Sabato la Boxe in 3 Continenti. HORN vs CRAWFORD / FURY vs SEFERI/ GOLOVKIN vs …? ** Saturday Boxing on 3 Continents: HORN vs CRAWFORD / FURY vs SEFERI/ GOLOVKIN vs…?

Domani sera, non sarà un match semplice per CRAWFORD ma di certo una dolorosa lezione per HORN.  CRAWFORD sgretolerà l’avversario australiano, HORN resisterà al massacro round dopo round mentre l’americano incessante lo demolisce conquistando il verdetto punto su punto. Insomma esattamente come ha fatto il grandissimo filippino, MANNY PACQUIAO nel 2017 a casa di HORN, dove il controverso verdetto favorevole al pugile di casa australiana, non ha mai convinto il resto del mondo.  In Australia non te li aspetti certi favoritismi…ingannare il più grande campione degli ultimi 15 anni MANNY PACQUAIO è impossibile. È vero che non sono più gli anni verdi di PAC-MAN, ma il filippino non meritava in nessun modo di perdere. E anche il riconteggio da parte della WBO è stata una farsa. Non ha senso. Come farsi dare indietro un titolo mondiale conquistato in casa Australia…??? Sottolineo a casa di chiunque…Attenzione quindi sempre ai verdetti. Non mi aspetto di più da CRAWFORD, non metterà a KO HORN.

Il debutto di domani sera di CRAWFORD nei Pesi Welter si vedrà se è su misura per lui. TERENCE CRAWFORD già gran campione della categoria inferiore, i Super Leggeri. È questo il vero test. È un ottima selezione di pugili a confronto,  nessuno dei due è una “star”. HORN non ha una gran difesa, ma nemmeno velocità nelle mani e nelle gambe. Il team di HORN, lo ha certo ben preparato, non li sottovaluterei potrebbe esserci la sorpresa, del KO dell’australiano. JEFF HORN ha carattere, e vuole confermarsi. CRAWFORD ha il record imbattuto di 32 match. HORN imbattuto in 18 match. CRAWFORD sfida il campione in casa sua, al MGM arena di Las Vegas.  HORN il campione, CRAWFORD lo sfidante, entrambi 30enni. Mi piace TERENCE CRAWFORD via UD. BOB ARUM, cerca sempre sangue giovane, assetato,  da innalzare agli dei per la storia della Boxe.

A sx Terence Crawford sfidante al titolo, Bob Arum, il campione WBO Pesi Welter Jeff Horne ** to the right Terence Crawford the challenger, Bob Arum,  the WBO Welter Weight Champion Jeff Horn.

🥊🥊GENNADY “GGG” GOLOVKIN…Possono strappargli la cintura quante volte vogliono. Tutti sappiamo chi è il vero Campione dei Pesi Medi. Chiunque prenderà la cintura IBF sarà colui che la tiene, nient’altro. Non ci sarà un altro campione dei Medi sino a che non batte GGG…Avanti! Il prossimo pretendente…è???

con GENNADY “GGG” GOLOVKIN

🥊🥊Domani sera alla M.EN. arena di Manchester, TYSON FURY vs SEFER SEFERI, Albania, residente in Svizzera, 39anni buon pugile con la valigia in mano, un valido collaudatore meglio dire.
TYSON FURY, “The Gypsy King” è stato l’ultimo campione mondiale  che ha  unificato  tutte le 4 sigle dei Pesi Massimi, WBA, WBO, IBF, IBO.  In seguito alla clamorosa vittoria vs WLAD KLITSCHKO è stato spogliato di tutte le sue cinture e dalle classifiche,  a causa della sua inattività e dei suoi gravi  problemi di salute mentale e droga. Da qui è nata anche la nuova dinastia dei Pesi Massimi con ANTHONY JOSHUA, in un fantastico ultimo match per il Re dei Pasi Massimi, WLADIMIR KLITSCHKO che ha chiuso la sua carriera con due avversari entrambi battenti bandiera britannica.  Se TYSON FURY, 30 anni, rimane pulito e sobrio, se degli appuntamenti di cui è affollato ne elimina almeno i ¾, affidandosi solo ai pochi e utili, allora TYSON FURY può fare un rientro storico sul ring. A 30 anni nella categoria dei Pesi Massimi sì, si può iniziare una nuova vita. Ha bisogno solo di volontà, potente volontà, senza compromessi. Solo la sua di volontà, di TYSON FURY. FRANK WARREN appassionato organizzatore inglese ci crede, ha investito.

a sx TYSON “The Gipsy King” FURY vs SEFER SEFERI, al centro FRANK WARREN acclamato organizzatore britannico, già Boxing Hall of Fame. **to the left TYSON “The Gipsy King” FURY vs SEFER SEFERI, in the center FRANK WARREN, acclaimed British Promoter,  Boxing Hall of Fame.

🥊🥊Tomorrow night, it will not be a easy fight for CRAWFORD but certainly a painful lesson for HORN. CRAWFORD will crumble the Australian opponent, HORN will resist the massacre,  round after round,  while the incessant American demolishes him, conquering the verdict, point by point, as the great Filipino did, MANNY PACQUIAO in 2017, in Australia at the home of HORN, where the controversial verdict in favor HORN has never convinced the rest of the world. In Australia you don’t expect certain favoritism … deceiving the greatest champion of the last 15 years MANNY PACQUAIO is impossible. It is true that PACQUIAO is no longer in his green years, but the Filipino did not deserve to lose. The recount from the WBO was also a farce. It didn’t  make sense. How to get back a world title conquered at home Australia … ??? I emphasize at anyone’s home … Please, always pay attention to the verdicts. I don’t expect more from CRAWFORD, it will not able to  KO HORN.

Very important, it will be the way to check if tomorrow night’s debut, CRAWFORD fits in the Welter Weights division, as  he is  great champion who comes from the lower division, Super Lightweight. This is the real test. It’s a great matchmaking of boxers compared with neither of them being a “star”. HORN doesn’t have a great defense, but not even speed in the hands and legs. The HORN team, certainly well prepared, I would not underestimate them, it  could be the surprise of the Australian KO. JEFF HORN has character, and wants to confirm himself. CRAWFORD has the unbeaten record of 32 matches. HORN came across 18 matches. CRAWFORD challenges the Australian Champion in his home, at the MGM arena in Las Vegas. HORN the champion, CRAWFORD the challenger, both 30 years old. I like TERENCE CRAWFORD via UD. BOB ARUM, always looking for young, thirsty blood,  to raise to the gods for the history of Boxing.

🥊🥊GENNADY “GGG” GOLOVKIN… They can strip him as much as they want. We all know who the real champion is. Whoever gets the IBF belt will be a belt holder and nothing else. They won’t be champion until they beat GGG…. Come on in,  the next pretender is…???

🥊🥊Tomorrow night at M.EN. arena in Manchester TYSON FURY vs SEFER SEFERI, Albania, resident in Swiss. Good boxer, I would say a valid journey man.

TYSON FURY, “The Gypsy King“ was the last Unified Heavyweight Boxing Champion of the World. When he was stripped of all his belts, WBA, WBO, IBF, IBO and ranks due to his boxing inactivity and his major mental health and drug problems. From here on  the heavyweight division has a new dinasty with ANTHONY JOSHUA,  when in a fantastic last fight with the HW King WLADIMIR KLITSCJKO, closed his carrear with both Brtish flag opponents.  If TYSON FURY, 30 years, stays and can keep clean and sober, if watches which crowd he hangs with and trusts only a ¾ of  them, TYSON FURY can make an historic comebacks. At 30 years in the Heavy Weight division, yes, you can start a new life. It need only will, powerful will, no compromise. Only TYSON FURY’s WILL. FRANK WARREN passioned British Promoter believe him, he has invested.

Annunci

LINARES vs LOMACHENKO stanotte al MSG. Mente aggressiva vs mente intuitiva. ** tonight at MSG. Offensive mind vs intuitive mind.

STASERA, 12 Maggio,  al Madison Square Garden di New York, JORGES “ el nino de oro” LINARES vs VASIL “hi-tech” LOMACHENKO per il titolo WBA Super World dei Pesi Leggeri.
Salto di categoria per LOMA, dai Pesi Super Piuma ai Leggeri, lo strepitoso ucraino che infiamma i fans, vs il venezuelano JORGE LINARES, probabilmente questa sera, sarà davvero al reset della sua carriera. Passare di categoria di peso è un’esigenza fisica per molti pugili. Spesso lo si fa per ragioni economiche. LOMA spettacolare atleta, pluri medagliato nei dilettanti,  ormai  dopo 11 match da solido professionista, ha asfaltato la categoria dei Super Piuma, dunque se è vero che la massa muscolare con il passare degli anni diventa più pesante, è vero che la borsa più ricca è in questo caso nella divisione superiore.

Al Madison Square Garden si annuncia una bella sfida nell’arena newyorchese, prestigio di eventi internazionali, e BOB ARUM veterano e solido boss della TOP RANK, l’organizzazione più longeva della storia della boxe contemporanea, al solito ha fatto le cose in grande.
Ho avuto più volte modo di intervistare BOB ARUM, avvocato di New York, trasferitosi in California da ormai molti anni. In una delle volte alla mia videocamera, gli porsi una domanda a me affascinante, già perché le sfide nella boxe non sono solo sul ring…:
“Qual è la differenza tra te BOB ARUM  e DON KING?”
BOB ARUM con la calma interiore del passare degli anni, ne avrà 87 il prossimo dicembre, ma con l’entusiasmo gioviale di sempre:
“Penso che la gente deve dare il proprio giudizio.
Io credo nel promuovere l’incontro, promuovere i pugili e non promuovere me stesso.
KING crede che ha più successo quando attira l’attenzione su di sé quando promuove se stesso.
Sono stili differenti. Io penso di avere un miglior rapporto con i pugili di lui. I pugili lo accusano di non essere pagati abbastanza, tu non sentirai mai dire questo dai nostri pugili, noi siamo differenti.”
ARUM ha sempre cercato curiosato, promosso i giovani pugili che provengono da nazioni diverse, dove il talento per essere conosciuto ha bisogno della grande ribalta americana, lui ha aperto le porte a chiunque avesse il gran talento per la boxe e ha creato leggendarie sfide, dato carriere esaltanti a Campioni immensi. È certamente il più ricco businessman, di tutte le organizzazioni di boxe di tutto il mondo.

E allora se questo match stasera si disputa al Madison Square Garden è perché i due contendenti sono di assoluta qualità. JORGES “ el nino de oro”  LINARES,  già Campione WBA in tre categorie di peso: i Pesi Piuma, poi Super Piuma  e oggi dei Leggeri. Improvvisamente, il venezuelano a 26 anni sembrava finito, perde un paio di match che spengono l’entusiasmo per EL NINO DE ORO.  Ora con 13 match vinti consecutivamente e questa opportunità, la vera motivazione di tornare a regnare, confrontandosi con l’eccelso LOMA, è una occasione unica. Gran tecnico il venezuelano vs l’ucraino VASYL LOMACHENKO che invece è anche tecnico ma in più imprevedibile e questo certo, appassiona la moltitudine di fans e metterà in chiaro chi è la “star”.

Stanotte il pubblico del Madison sarà da cult per LOMA, è  già la terza volta che chiude da spettacolo, l’ultimo è stato tristissimo, ha messo fine la carriera del talentuoso, ma ormai “vecchio”  cubano GUILLERMO “El Chachal” RIGONDEAUX.
LINARES anche lui ha umiliato in casa britannica ben due contendenti di spessore: KEVIN MITCHELL e ANTHONY CROLLA, prima di risorgere.
LINARES ha una mente aggressiva. LOMACHENKO più intuitiva.

Questa sera un match da non perdere, sarà una dance acrobatica, scatenata a ritmo forsennato, ma disciplinata, sono ambedue due corretti competitor, e come ci si aspetta nei Pesi Leggeri tutto è nel gioco di gambe e nei colpi a velocità istantanea, uniforme e senza limite. Questo dovrebbe essere il sapore della disputa. Il mio pronostico? Sono una donna intuitiva, di solito ci azzecco. LOMACHENKO via KO!

alle mie spalle BOB ARUM, promoter di lungo corso della TOP RANK Promotion **in my shoulders  BOB ARUM, a long standing promoter of TOP RANK Promotion

al peso ** at weight-in Jorge Linares,  Vasyl Lomachenko lbs 134.6= Kg 61

E oggi 13 Maggio,  tutti e due gli sfidanti erano pari nei cartellini dei giudici,  e poi VASYL LOMACHENKO castiga via KO JORGE LINARES al 10 round, con il colpo più bello, il colpo al fegato! Mio padre GIANCARLO GARBELLI, ne era maestro! …oggi VASYL è 3 volte campione del mondo WBA.  l’ho scritto, la mia intuizione funziona …dai,  va bene, ci vuole profonda conoscenza della nobile arte. Come sempre non era scontato. Il KO silenzia ogni dubbio. Grande Fighter LOMACHENKO! LOMACHENKO colpisce con un sinistro al corpo e LINARES è al tappeto** LOMACHENKO hits with a left to the body and down goes, on the canvas LINARES.

**LINARES vs LOMACHENKO tonight at MSG. Offensive mind vs intuitive mind.

TONIGHT, May 12th,  at Madison Square Garden in New York, JORGES “el nino de oro” LINARES vs VASIL “hi-tech” LOMACHENKO for the WBA Super World title of Light Weights.

Change of division for LOMACHENKO, from Super Feather Weight to Light Weight, the amazing Ukrainian who inflames the fans, vs the Venezuelan JORGE LINARES, probably tonight, will be really at the reset of his career. Going up in the weight division is a physical need for many boxers. Often it’s  for economic reasons. LOMACHENKO spectacular athlete, multiple medals in the amateurs, after 11 matches as solid professional, has paved the category of Super Feather, so if it’s true that muscle mass with the passing of the years becomes heavier, it’s also true that the richer pursue is in this case is in the next division, Light Weights.

At Madison Square Garden a great challenge in the New York arena, prestige of international events, and BOB ARUM veteran and solid boss of TOP RANK, the longest running organization in the history of contemporary boxing, as usual has make it big.
In many occasions I’ve opportunity to interview BOB ARUM, a lawyer in New York, who has moved to California for many years. At one of my camcorders, I asked him a fascinating question, because the challenges in boxing are not just in the ring …:
“What is the difference between you BOB ARUM and DON KING?”
BOB ARUM with the inner calm of the passing of the years, he will 87yrs next December, but with the jovial enthusiasm as ever:
“I think people have to give their own judgment.
I believe in promoting the fight,  promoting boxers and not promoting myself.
KING believes that he is more successful when he draws attention to himself when he promotes himself.
We have different styles. I think I have a better relationship with boxers. The boxers accuse him of not being paid enough, you will never hear this from our boxers, we are different.”
ARUM has always looked curious, promoted the young boxers coming from different nations, where the talent to be known needs the American spotlight, he has opened the doors to anyone with great talent for boxing and has created legendary challenges, given exciting careers, to immense champions. He is certainly the richest businessman of all boxing organizations in the the world.

So if this fight happens tonight at Madison Square Garden it’s because the two contenders are high quality. JORGES “el nino de oro” LINARES, already WBA Champion in three weight division, Feather, then Super Feather and today Light Weights. At his 26-year-old Venezuelan seemed all of the sudden done, he lost a couple of matches that turn off  the enthusiasm for EL NINO DE ORO. Now with 13 matches won consecutively and this opportunity, the real motivation to return to reign, confronting the sublime LOMACHENKO, is a unique opportunity. The Venezuelan versus the Ukrainian VASYL LOMACHENKO is about  one technical fighter, on the other hand  is technical too, but more unpredictable and sure, both can put on a show for the multitude of fans and makes clear who is the “star”.

Tonight the public of Madison will be a cult for LOMA, is already the third time that the closes the show, the last one was sad, he ended the career of the talented, but too old Cuban GUILLERMO “El Chachal” RIGONDEAUX.
LINARES also humiliated two very interesting contenders in the British house: KEVIN MITCHELL and ANTHONY CROLLA, before resurrecting.
LINARES has an aggressive mind. LOMACHENKO more intuitive.

Tonight a fight not to be missed, it will be an acrobatic dance, unleashed at a frenzied but disciplined, they are both correct competitors, and as expected in the Light Weight division all is in the game of legs and shots at instant speed, where both fit without limit. This should be the flavor of the dispute. My prediction? I’m an intuitive woman,  usually I pick the good one… LOMACHENKO via KO!

And today May 13th,  both challengers were even at the scorecards, then VASYL LOMACHENKO punishing via KO JORGE LINARES in 10 round…with the best shot to the body, to the  liver! (see the pic above)  My Father GIANCARLO GARBELLI  was a Master of that shot! …now VASYL is 3times WBA World Champion.  I wrote it,  my intuition works… well OK it need to be boxing conoscendi, it wasn’t so obvious as always in the sweet science. The Knock Out silences any doubt.  In the pic above, LOMACHENKO hits with a left to the body and down goes, on the canvas LINARES. Great Fighter LOMACHENKO.

il Mito PACQUIAO vs HORNE. Divertitevi sin che dura…** The Myth PACQUIAO vs HORNE. Be amused while the fight it will last…

Domenica 2 luglio, al Suncorp Stadium di Brisbane, in Australia MANNY PACQUIAO vs JEFF HORN, per il Cintura WBO Pesi Welter. Quel Maestro della Promozione di BOB ARUM, ha chiuso un gran contratto con ESPN, la più grande rete sportiva del mondo. Se BOB ARUM ha cambiato network, significa che la Grande Boxe è adesso lì, in mostra con tutti i suoi match di qualità. PACQUAIO è  uno dei miei Fighters preferiti. E io amo soprattutto i Fighters… chissà perché! MANNY ha raggiunto così tanto, dal nulla alla luna … Questo Super Campione Star-del-Ring, ha scritto in lettere maiuscole almeno 15 anni di grande boxe. BOB ARUM la Storia della Boxe … da quando iniziò a promuovere i match di MUHAMMAD ALI vs GEORGE CHUVALO nel 1966. ARUM e PACQUAIO sono monumenti del grande Pugilato, per tutto il mondo. PACQUIAO, Fighter della Decade, Senatore e Campione Mondiale in Otto categorie, vs JEFF HORN Contendente Numero Uno,  sul ring australiano di fronte a 60.000 spettatori!  Mi dispiace di non essere lì, e godere dell’atmosfera dei fan australiani, e naturalmente il match dal vivo, ma poiché ho avuto il privilegio di seguire PACQUAIO da anni, la sua energia, la sua fame, fiero delle sue origine filippine, la sua dedizione allo Sport della Boxe, è così concentrato come quando ha iniziato, il mio pronostico è per il 38 enne …PACQUIAO via KO! Non mi perderò la sua prossima battaglia, magari a me più vicina. Godete tifosi australiani, JEFF HORN, 29 anni, ha la possibilità d’incontrare sul ring, il Mito! Divertitevi sin tanto che il match dura …

con MANNY PACQUIAO alla Wilde Card Gym, del suo trainer, FREDDIE ROACH, a Los Angeles.

É di oggi direttamente dall’ Australia,  il sorriso contagioso di MANNY PACQUIAO con il suo  trainer, FREDDIE ROACH  in T-shirt arancione, durante l’allenamento per i media.  
** It’s  to day, directly from Australia, the contagious smile of MANNY PACQUAIO  with his trainer FREDDIE ROACH in orange T-shirt, during media work out.

**Sunday July 2nd, at Suncorp Stadium in Brisbane, Australia MANNY PACQUIAO vs JEFF HORN, for the WBO Welterweight title Belt. That Maestro of Promotion BOB ARUM, closed a great deal with ESPN, the largest sports network in the world. If BOB ARUM is there, means great Boxing is showing up, in all his quality fights. PACQUAIO is my one of my favouritesFfighters ever. Wonder why I love Fighters…MANNY achieved so much, from nothing to the moon…This Ring-Star-Champion wrote in capital letters last 15 years of great boxing. BOB ARUM the History of Boxing…since starting promoting MUHAMMAD ALI vs GEORGE CHUVALO back in 1966. ARUM and PACQUAIO are monuments of Great Boxing for the the entire world. PACQUIAO Fighter of the Decade and Eight Division World Champion Senator Manny Pacquiao vs Australian °1 contender JEFF HORN, in front of 60.000 viewers.  Sorry not to be there, to enjoy Australians Fans, and of course the fight alive. But since I had the privilege of following PACQUIAO for years, his energy, his hungry, his country’s proud, Philippine, his dedication to the Sport of Boxing is totally as he started, my prediction is for the 38 years old …PACQUIAO via KO! I wouldn’t miss him in his next fight, I hope for me, in more close location. Enjoy my Australian friends, JEFF HORN, 29 years old, has the chance to meet in the ring with a Myth! Be amused while the fight it will last…

I MIEI MIGLIORI BOXE 2016. BUONA FORTUNA A TUTTI PER IL NUOVO ANNO 2017! **MY BEST in BOXING 2016. GOOD LUCK TO ALL OF YOU IN THE NEW YEAR 2017!

gianna-cecilia-msgquadrifogliocon Cecilia “First Lady” Brækhus al Madison Square Garden- New York
** with
Cecilia “First Lady” Brækhus al Madison Square Garden- New York

-MIGLIOR PUGILE: GUILLERMO RIGONDEAUX  Peso Super Gallo -Cuba
-MIGLIOR PUGILE DONNA Cecilia “First Lady” Brækhus la Migliore Donna Campione di Boxe di sempre da 18 anni Titolo Mondiale, detiene tutte le Cinture Pesi Welter: WBC-WBA-WBO-IBF-IBO con record imbattuto di 29 vinti di cui 8 via KO. Quest’anno con il match vs la francese ANNE SOPHIE MATHIS ha fatto crollare il muro della censura del Pugilato Pro nella sua nazione la Norvegia- dove da 35 anni era proibito. Brava Cecilia! Oltre  ad immensa Atleta sei una super Donna per la determinazione al riconoscimento dei diritti civili che lo Sport della Boxe ha insiti.
Il miglior match:
1)SERGEY KOVALEV vs ANDRE WARD Immensi Campioni, match con risultato troppo controverso.
2) Onorabile menzione per match tra FRANCISCO VARGAS vs ORLANDO SALIDO
-IL MIGLIOR KO è di SAUL “canelo” ALVAREZ vs AMIR KHAN
-MIGLIORE Medio Massimo: SERGEY KOVALEV- Russia
-MIGLIORE Peso Medio GENNADY “GGG” GOLOVKIN Kazakhstan/Germany
-Il Match più triste BERNARD HOPKINS vs JOE SMITH – L’età nella boxe non è solo un numero…
-MIGLIOR ASTRO NASCENTE: VASYL LOMACHENKO pesi leggeri jr–Ukraina e ANTHONY JOSHUA pesi massimi UK
-MIGLIORE ORGANIZZATORE: BOB ARUM e TOD DEBOUF di TOP RANK, TOM LOEFFER di K2 PROMOTIONS GERMANY/USA- e GARY SHAW PROMOTION USA
-MIGLIOR MANAGER:EDDIE HEARN Matchroom UK
-MIGLIOR ALLENATORE DELL’ANNO: ABEL SANCHEZ e FREDDIE ROACH
-IL MIGLIOR PUGILE- Campione- dentro e fuori dal ring è  ANCORA MANNY PACQUIAO
-MATCH SORPRESA DELL’ANNO tutto Italiano: LUCA RIGOLDI vs IULIANO GALLO titolo pesi Super Gallo, una tempesta di adrenalina per tutti i 12 round.
-MIGLIOR ALLENATORE DELL’ANNO ITALIANO: GINO FREO –Boxe Piovese
-IL MIGLOR EVENTO CULTURALE DI SPORT: Il mio Libro “IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI”. Grazie a tutti i mie Lettori, amici di sempre, nuovi amici che mi hanno seguito in questo viaggio, pieno di inciampi, ma meraviglioso per aver condiviso con voi tante emozioni e il successo! Vostra GG

** -BEST BOXER GUILLERMO RIGOENDAUX Super Bantam Weight-Cuba
-BEST WOMAN BOXER CECILIA “FIRST LADY” BRAEKHUS   the Best Female of all time for 18 years Boxing World Champion Titles holder of all Welterweight Belts: WBC-WBA-WBO-IBF-IBO with undefeated record of 29 won 8 via KO. This year with the match vs. the French ANNE SOPHIE MATHIS    has brought down the wall of censorship Boxing Pro in his nation Norway- where for 35 years it was forbidden. Brava Cecilia! Besides great Athlete you are a Super Woman for determination to achieve the recognition of civil rights that the Sport of Boxing has inherent.
THE BEST FIGHT:
1) SERGEY KOVALEV vs ANDRE WARD Immense Champions, fight verdict very controversial.
2) Honorable mention the fight between FRANCISCO VARGAS vs ORLANDO SALIDO
-THE BEST KO is SAUL “canelo” ALVAREZ Mexico vs AMIR KHAN UK
-BEST Lightweight : SERGEY KOVALEV- Russia
-BEST Middleweight GENNADY “GGG” GOLOVKIN Kazakhstan / Germany
-The Saddest Match BERNARD HOPKINS vs. JOE SMITH -USA. The age in boxing is not just a number …
-BEST RISING BOXING STAR: VASYL LOMACHENKO  jr. lightweight -Ukraine and ANTHONY JOSHUA heavy weight UK
-BEST PROMOTER: BOB ARUM and TOD DEBOUF TOP RANK, TOM LOEFFER K2 PROMOTIONS GERMANY / USA- GARY SHAW PROMOTION US
-BEST MANAGER: EDDIE HEARN Matchroom UK
-BEST COACH OF THE YEAR: ABEL SANCHEZ AND FREDDIE ROACH
-MY BEST CHAMPION, in and outside the ropes,  STILL MANNY PACQUIAO
-FIGHT SURPRISE OF THE YEAR is all Italian: LUCA RIGOLDI vs IULIANO GALLO SuperBantam, weight a storm of adrenaline in all 12 rounds.
-BEST ITALIAN TRAINER OF THE YEAR: GINO FREO -Boxe Piovese
-THE BEST CULTURAL EVENT OF SPORT: My book “IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI”. Thanks to all my readers, old and new friends who have followed me on this journey, full of stumbling, but wonderful to have shared with you so many emotions and success! your GG

quadrifoglio

Chi è, cosa significa essere IL FIGHTER? **Who is, what it means to be THE FIGHTER?

Ho titolato il mio libro IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI.
Il Fighter, è il soprannome con cui Gianni Brera, chiamava Garbelli, già negli ’50, forse la migliore penna italiana dello Sport di sempre.  Qua nella didascalia della foto, nel minuto di pausa tra un round e l’altro, quei 60 secondi dove il Fighter  raccoglie le idee, i suggerimenti dell’angolo, le informazioni,   beve un sorso d’acqua, e intanto tira il fiato…eh già perché IL FIGHTER può essere solo CAMPIONE.
Il mondo è pieno di pugili, ma non di Fighters, e quindi di Campioni. Mio padre, sarebbe morto sul ring piuttosto che abbandonare un match. Ecco cosa vuol dire, nel modo più sintetico ed esplicito essere Il Fighter d’Italia Giancarlo Garbelli.brera-sulla-boxe-di-giancarlo-garbelli
“La storia di Giancarlo Garbelli è quella del nostro dopoguerra. E’ il vero fighter. Alla boxe si va per veder picchiare, non per sdilinguirsi ai surrogati della scherma.” 
Gianni Brera – 1919-1992
Sabato scorso, 26 novembre il pugile giamaicano Nicholas Walters ha abbandonato il ring del Cosmopolitan di Las Vegas, alla fine del 7° round, in palio la cintura WBO – World Boxing Organization- dei pesi Super Piuma. Sulla carta è apparso subito come un gran picchiatore, nei suoi 26 match, ne ha messi al tappeto 21!
Ma chi erano i suoi avversari prima di Lomachenko, mi sono chiesta. Già perché il FIGHTER si misura non solo dal suo record, di quello si tira la linea del totale a fine carriera, ma di quali avversari ha affrontato. Si tratta di capire chi sono i due, uomo vs uomo, il valore dell’ uno vs il valore dell’altro, si tratta di riconoscere le abilità che mettono  sul ring un atleta e l’ altro.
Con pur l’ eccezionale ucraino Vasyl Lomachenko 28 anni, già due volte medaglia d’oro olimpica, e dal 2013 professionista con soli sette match, Nicholas Walters 30 anni prossimo gennaio, professionista dal 2008, non avrebbe dovuto avere problemi arrivare alla fine del match: vinto, perso o pareggio.  Un vero FIGHTER arriva alla fine del match. Se poi ha 8 anni di professionismo, è avvantaggiato nella resistenza a sostenere la lunghezza dei 12 round! Se il pugile è impossibilitato a continuare per qualsiasi motivo, l’angolo  chiama il medico   a constatare, il quale  consiglia o meno a continuare il match, in ultimo l’angolo, che ben conosce il suo atleta, sin nei pensieri… lancia la spugna, in segno di arrestare immediatamente il match per sopraggiunte complicazioni.   Se uno dei due contendenti, soffre troppo o è in difficoltà, l’arbitro,  il terzo uomo del ring deve intervenire. Sono sempre dalla parte degli atleti che si battono, sempre, senza se  e senza ma. La vita dell’atleta è ciò che davvero conta. Nessuno nel mondo della boxe, che ci lavora, che ci vive vuole il peggio per i due contendenti. Nessuno vuole un triste epilogo. Chiarissimo. Ma abbandonare il ring, come ha fatto Walters,  senza nessun motivo, ma solo per la frustrazione di non riuscire ad avere la meglio su un così talentato avversario quale si è dimostrato Lomachenko, e non superare l’insoddisfazione cercando di dare tutto sul ring, non è da Fighters, non è da Campioni. E’ da pugili mediocri. Walters, piuttosto che finire al tappeto, si è ritirato. Piuttosto che perdere nei cartellini dei giudici si rifiutato di proseguire nella sfida. Come un qualsiasi bullo, che abbandona, piuttosto che subire una sconfitta. Nessuna organizzazione del livello, direi senz’altro il migliore,  come  appunto è  TOP RANK,  di quel  mostro dell’organizzazione mondiale entrato ormai nella storia del pugilato,  che è  Bob Arum,  da cinquant’anni sulla piazza internazionale,  e che  sabato sera ha creato  l’ evento per il pubblico, per le TV, per i fans di tutto il mondo, mai più potrà dare ulteriore credito al pugile giamaicano. Nessun altra organizzazione invero.
Nessuno ha obbligato a Nicholas Walter ad intraprendere la carriera pugilistica. Ha avuto un anno per prepararsi. E’ la sua professione. E il pubblico pagante è il suo datore di lavoro, sia nell’arena che gli spettatori TV, radio etc.  Ai tempi del mitico Garbelli, i match si disputavano una volta al mese…! Mai e poi mai ha abbandonato un un solo match, dando  tutto se stesso  sul ring, sino all’ultimo secondo dell’ultimo round.  Era amato e lui amava il suo pubblico. Robinson, laMotta, Leonard, Frazier, Ali, Louis, Schmelling, Lewis, Klitschko, Pacquiao, Barrera, Morales, Papp, Monzon, Holyfield, Martinez, Chavez etc…solo per menzionarne qualcuno, nessuno nella storia dei grandi Fighters hanno mai abbandonato il ring. Mai mollato. Pesti, con le budella in subbuglio, costole rotte, le sopraciglia staccate, la vista annebbiata, mai nessuno dei grandi ha abbandonato il ring, se non per ordine medico, dell’angolo e/o fermo dell’arbitro. Fantastico Lomachenko, sabato sera, atleta completo, una star nascente nell’Olimpo dei grandi. Mi ricorda un giovane Pacquiao, quindi prima ancora un giovane Garbelli, a cui ho associato la somiglianza atletica sul ring. Meglio comunque sempre il nostro Garbelli, nessun KO lo ha mai messo al tappeto. Un grandissimo incassatore. Oltre a darle, nella boxe bisogna sapere passare alla cassa, saperle prendere. E’ una capacità rara di pochissimi. Intelligenza e  reattività con cui si nasce. Nel mio libro c’è tanto di più di come Giancarlo il Figher d’Italia Garbelli ha fatto scuola con la sua spavalderia: saper dominare e saper incassare. Soffrendo anche, ma senza mollare mai. Sabato scorso, Lomachenko ha mostrato un gioco di gambe eccezionale. Il Garbelli  mi diceva,  – è mio papà, ma il grande Garbelli è certo lui-  appunto: “le gambe nella boxe sono tutto. La potenza, il ritmo tutto nasce dalle gambe.” Che gambe il Garbelli! E che gambe Lomacenko,  ritmo sfrenato che hanno mandato in tilt l’avversario.  Condizione atletica perfetta. Campioni si nasce, atleti si diventa. L’eccezionalità di questa mistura crea Il Fighter.
Se non sai accettare i verdetti di evidente superiorità del tuo avversario,  la boxe non è per te. Hai perso ogni altra occasione per essere migliore del tuo antagonista di quella sera e così di avere altre notti di opportunità e  di confronto, altre chance di vincere o di perdere o di pareggiare. Nella boxe pro, le borse si guadagnano e Nicholas Walters, che ha scelto questa professione, ben lo sa.  Non si può ingannare il pubblico pagante che è lì per ammirare una grande sfida, così tutta l’ organizzazione, il proprio angolo, senza motivo reale, vero.
I soldi nel pugilato, nella grande Boxe si g u a d a g n a n o così come il rispetto si c o n q u i s t a.  Così è l’ Arte della Vittoria.  Dice mio Padre: “se non sai soffrire non conti nulla nel pugilato, così anche nella vita in generale.”
Fighter vuol dire: Combattente, Guerriero, Colui che non si ferma davanti a nessun ostacolo, anzi l ‘ ostacolo è la motivazione per essere meglio, questo è il pensiero vincente di mio Padre. Non è da tutti, ma lui certo ispirato è  nato per il talento della boxe, ed è questo il suo verbo, la sua eredità.  Giancarlo Garbelli grande Campione, tra i grandissimi nel mondo, 99 match, 74 vinti, 11 pari, non è mai andato al tappeto. E certo sarebbe morto nel ring piuttosto che mollare! E’ di questa materia che sono fatti i grandi Fighters della Boxe. Merce rara…! Ecco perché per il mio libro non ho scelto la solita copertina in posa da pugile, bello era un gran bel tipo,  fisico scolpito il Garbelli, ma troppo ovvio utilizzarlo nella copertina, invece ho preferito la foto proprio dove si comprende tutta l’ essenza del suo essere IL  FIGHTER D’ITALIA,  di  colui che  ha sempre dato tutto sul ring,  che  ha sacrificato tutto se stesso,  sino allo spasmo da VERO COMBATTENTE, da GRANDISSMO CAMPIONE, appunto IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI.  Sembra un dipinto sacro. Di questo si  tratta nel  mio libro e ancora tanto di più.  Ah Campioni così sono merce di rara bellezza!Microsoft Word - Documento1
** I titled my book IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI. Yes, it’s my homage to my Father.
“Il Fighter” it’s the nickname with which Gianni Brera, back in ’50 called Garbelli, perhaps the best Sport  Italian pen ever.  Above in the photo, in the minute break between rounds, those 60 seconds where the Fighter collect ideas, suggestions from the corner, the information, he drinks a sip of water, and meanwhile the Champion takes his breath… Yeah because THE FIGHTER can only be THE CHAMPION.
The world is full of boxers, but not Fighters, not Champions. My father, he would die in the ring rather than abandon, quite the fight. Here’s what it means, in the most concise and explicit way be Il Fighter d’Italia Giancarlo Garbelli.
“The story of Giancarlo Garbelli is that one, of our after World War II History.  He is the true fighter. You go see boxing because you want to see fighting, not to languish at the fencing surrogates.” 
Gianni Brera 1919-1992
Last Saturday, November 26 the Jamaican boxer Nicholas Walters left the ring at the Cosmopolitan of Las Vegas, at the end of the 7th round, on stake the WBO belt – World Boxing Organization- Super Feather weight. On paper, it immediately appeared as a great puncher during his 26 matches, he has knocked out 21!
But who were his opponents before Lomachenko, I wondered. The FIGHTER is measured not only by his record of what you pull the total line at the end of career, but which opponents he faced. It’s about to understand who are the two, man vs. man, the value of one vs the other’s value, it’s about to recognize the skills that put an athlete in the ring and so the other one.
With even the outstanding Ukrainian Vasyl Lomachenko 28 years, already a two-time Olympic gold medalist, and since 2013 professional with just seven matches, Nicholas Walters 30 years next January, a professional since 2008, who should not have problems get to the end of the fight: win, lose or draw. A real FIGHTER will end the fight. After 8 years as professional, Walters has an advantage in the lasting of 12-round lengths! If the boxer is unable to continue for any reason, the corner calls the doctor to see what’s happen, he recommends whether or not to continue the fight, in the last, the corner, and acquainted that know his athlet in any of his thoughts, since to throw … the towel, as a sign to immediately stop the fight due to emerging complications. If one of the two contenders, suffers too much or is in trouble, the referee, the third man in the ring must intervene. I’m always on the side of the athletes who are fighting, always, no ifs, ands or buts. The athlete’s life is what really matters. No one in the world of boxing, who works there, who lives there wants the worst for the two contenders. Nobody wants a sad ending. It’s very clear. But leave the ring, as did Walters, for no reason, but only for the frustration of not being able to get the better of such a talented opponent who proved to be Lomachenko, and do not exceed the dissatisfaction trying to give everything in the ring, it doesn’t belong to Fighters, is not Champions way to ending a fight, but just mediocre boxers do. Nicholas Walters, rather than ending up on the mat, he retired. Rather than losing in the judges cards he refused to continue the challenge. Like any bully, abandoning, rather than suffer defeat. No organization level, I would say definitely the best, as it is this TOP RANK, the world organization monster now entered in boxing history, which Bob Arum founded, and for fifty years on the international market, and last saturday night has created the event for the public, for TV, for fans around the world, never again will give further credence to the Jamaican boxer. No other organization indeed. Nobody forced to Nicholas Walter to pursue a boxing career. He has had a year to prepare. It is his profession. The paying public is his supporting,  the arena as TV viewers, radio etc. At the time of the mythical Garbelli time, the fight were tearing once a month …! He never gave up a one fight, giving all of himself in the ring until the last second of the last round. He was loved and he loved his fans. Robinson, LaMotta, Leonard, Frazier, Ali, Louis, Schmelling, Lewis, Klitschko, Pacquiao, Barrera, Morales, Papp, Monzon, Holyfield, Martinez, Chavez etc … just to mention a fews, no one in the history of the great Fighters have never left the ring. Never quite. Beated, with guts in turmoil, broken ribs, loose eyebrows, blurred sight, never none of the great Fighter left the ring, if not for medical order, or the corner and / or referee stopped.
Saturday night, fantastic Lomachenko, complete athlete, a rising star in the Olympus of the greats. It reminds me of a young Pacquiao, before a young Garbelli, to which I associated the similarity as athlet in the ring. The best still always Garbelli, none could KO him down to the mat. A great taker. In addition to his great boxing style, he knew how to take. It’s a rare capacity of few. Intelligence and reactivity, he was born with. In my book there is so much more about how Il Figher d’Italia Giancarlo Garbelli, schooled on with his swagger: to know how to dominate and be able to take. Also suffering, never giving up, never quite. Last Saturday, Lomachenko showed exceptional footwork. Garbelli told me, – it’s my Dad, but the great Garbelli is certain him-: “the legs are everything in boxing. The power, the rhythm everything comes from the legs.” What a legs Garbelli had! And what legs Lomachenko has, frantic swing that upset his opponent. Athlet in perfect condition. Champions are born, they becomes athletes. The exceptional nature of this mixture creates The Fighter.
If you cannot accept the verdicts of obvious superiority of your opponent, boxing is not for you. Nicholas Walters, lost every other opportunity to be better than his antagonist last evening and so have other nights of opportunity and confrontation, other chances to win or lose or draw. In pro boxing, the purse are earned and Nicholas Walters, who chose this profession, knows it well. You can not fool the public that paying to see you, to admire you, and so the whole organization, you corner, without real reason. The money in boxing, the great Boxing  are g a i n e d, as well as  the respect is c o n q u e r. So, it’s the Art of Victory. My Father says: ” in boxing, if you can’t suffer, you don’t count,  also in life in general.”
Fighter means: Warrior, Combatant one who doesn’t stop at nothing, even the obstacle is the motivation to be better, that’s the winning thought of my father. Not for everyone, but he certainly was born inspired by his boxing talent, and these are his words, his legacy. Giancarlo Garbelli great champion, among the greatest in the world, 99 fights, 74 wins, 11 draws, never went down in KO. Certainly he would die in the ring rather than quite! This is the matter that are made the Greatest Boxing Fighters. Rare materials …! I must have already written, I repeat: yes, Boxing Champion is born not made! That’s why for my book I did not choose the usual cover posing boxers photo, Giancarlo was handsome a fascinating guy, a great physic. It was too obvious to use as cover, instead I preferred the picture just where is it clear understandable the whole essence of himself, being THE FIGHTER OF ITALY, the one who always gave everything in the ring, all of himself, until the spasm. TRUE FIGHTER, real great CHAMPION, precisely IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI. The cover looks like a sacred painting. This is in my book and much morer. Ah well, yes Champions are products of rare beauty!

NATI PER VINCERE-LOMACHENKO vs WALTERS- ** BORN TO WIN

27 novembre. Brillante VASYL LOMACHENKO, fuoriclasse,  punisce l’avversario colpo su colpo. NICHOLAS WALTER si ritira al 7°Round. Non credo trovarà altra occasione per salire sul ring. Non si abbandona per frustazione. WALTERS  doveva finire il match, vinto o perso. Non ci si arrende, perchè l’avversario si è dimostrato di livello superiore.
**November 27th. Brilliant VASYL LOMACHENKO, outclassed punishing the opponent blow by blow. NICHOLAS WALTER quit at the 7th Round. I don’t think WALTERS will find another chance to get into the ring. You don’t quite because frustration. WALTERS should have to fight all rounds, till the end,  win or loose, you don’t give up, because your opponent is revealed a superior level.
walter-si-arrende-vs-lomachenkoLOMACHENKO in azione ** in action

26 Novembre. Stasera sul ring del Cosmopolitan di Las Vegas, LOMACHENKO vs WALTERS. Un bel tipetto l’ucraino VASYL LOMACHENKO ho un ricordo stupefacente alle Olimpiadi di Beijing 2008, classe, potenza. Peso Piuma di carattere. Proclamato il miglior pugile dilettante in tutte le categorie nello stesso 2008. Il grande promoter Bob Arum -Top Rank- dopo la seconda  medaglia d’ oro alle  Olimpiadi di Londra 2012,  lo ha subito messo sotto contratto. Sette incontri tutti troppo in fretta, penso, ma uno così non ce la faceva proprio a fare la fila per crescere nei professionisti. Combatte subito sin dal primo macth con il titolo in palio. Il titolo WBO. Perso per un pelo in SD con il messicano ORLANDO SALIDO, ormai ageè ma con immensa esperienza. E anche perdere rafforza…NICHOLAS WALTERS giamaicano, 26 match 21 vinti per KO…! E’ potenza fulminante…pesante! Battaglia interessante, affascinante per il titolo WBO pesi   Super Piuma. Difficile il pronostico, nel mio ranking sono entrambi al 50%. Mi piace WALTERS via KO! Ma scommetto sull’astuto LOMACHENKO via UD!

lomachenko-vs-walters-poster

** November 26th. Tonight on the Ring of Cosmopolitan in Las Vegas. LOMACHENKO vs WALTERS A nice little fellow Ukrainian VASYL LOMACHENKO I have an amazing memory at the Olympics in Beijing in 2008, class, power. Feather Weight with character. Proclaimed the best amateur boxer in all categories in the same 2008. The great promoter Bob Arum -Top Rank- after the second gold medal  in London Olympic 2012  immediately brought him under contract. Seven fights all too quickly, I think, but one of the kind couldn’t just to wait on line to grow in the professionals. He fought immediately from the first bout with the title at stake. The WBO title. Lost by a hair in SD with the Mexican Orlando Salido, much older, with great experience. To lose means also strengthens…NICHOLAS WALTERS Jamaican, 26 match won 21 by knockout! Pure withering power … hard! interesting battle, fascinating for the WBO Super Feather weights. Not easy  to predict, in my ranking I’ ve both at 50%. I like WALTERS via KO! But I bet the cunning LOMACHENKO via UD!

CONGRATULAZIONI SENATORE! Come ho previsto…**CONGRATS SENATOR! As I predicted…

MANNY PACQUIAO stende in Knock Down al 2° round VARGAS E VINCE via UD 114-113, 118-109, 118-109! FANTASTICO MANNY PACQUIAO! CONGRATULAZIONI SENATORE!
-MAGDALENO VINCE VIA UD!
-VALDEZ VINCE VIA TKO al 7°!
-SHIMING VINCE VIA UD!
HO AZZECCATO TUTTI I MIEI PRONOSTICI. SCOMMETTO… MA NON GIOCO MAI!

pacquiao-wins-vargas-copiaMANNY PACQUIAO riconquista per la terza volta la Cintura WBO Pesi Welter **PACQUIAO 3rd time WBO Welter Weight WBO Belt

**MANNY PACQUIAO stretches in Knock Down at the 2nd round VARGAS AND WINS via UD 114-113, 118-109, 118-109! FANTASTIC MANNY PACQUIAO! CONGRATS SENATOR!
-MAGDALENO WINS VIA UD!
-VALDEZ WINS BY TKO in the 7th!
-SHIMING WINS VIA UD!
I guessed ALL MY PREDICTIONS. I BET … BUT I NEVER PUT MONEY ON!