Così si fà! **Job done!

Annunci

TRUMP PERDONA JACK JOHNSON il primo Campione afro-americano dei Pesi Massimi **JACK JOHNSON IS PARDONED. 1st afro-american Boxing Champion Heavy Weight

Molto interessante JACK JOHNSON a 72 anni dalla sua morte, riceve il “perdono” dal Presidente americano DONALD TRUMP è un raro e storico perdono postumo avvenuto giovedì scorso, 24 maggio, alla Casa Bianca. vedi link.  https://abcnews.go.com/Politics/president-trump-posthumously-pardons-boxer-jack-johnson/story?id=55412933

JOHNSON scappato in Canada, Europa e poi a Cuba è stato infine incarcerato per motivi razziali derivanti dalle sue relazioni con donne bianche nel 1912. Ci sono voluti 14 anni da BUSH ad OBAMA, per ottenere il sospirato “perdono” per JOHNSON. Una telefonata di SLY STALLONE  al presidente TRUMP e finalmente il “perdono” è arrivato in una cerimonia nella Camera Ovale della Casa Bianca  “È stato trattato in modo ingiusto, i suoi anni migliori portati via,  ma è comunque riuscito a perseverare e a sorridere,  è stato un personaggio d’ispirazione”, ha detto STALLONE.  SLY che sul ring ci è salito per finta, creando da buon attore il personaggio di ROCKY che tanto ha appassionato,  è rubato dalle tante storie reali dei grandi veri Campioni del ring,

JACK JOHNSON ha guidato la categoria dei Pesi Massimi dal 1908 al 1915, più orgoglioso che umile ha attirato pregiudizi al vetriolo e molti cittadini neri sono stati linciati, dopo che lui ha sconfitto “le speranze bianche” TOMMY BURNS e JAMES J. JEFFRIES.  Perse il suo ultimo match nel 1915 vs ” la speranza bianca” JESSE WILLARD in una maratona senza limite,  al 26° round in una notte di estenuanti cazzotti nella soffocante Avana a Cuba dove era scappato. Per poi tornare in patria e scontare la pena.

Erano presenti alla cerimonia, la famiglia che commossa ha ricevuto il “perdono” tanto inseguito,  così da ridare dignità e integrità umana e morale dell’atleta JACK JOHNSON. I Pesi Massimi LENNOX LEWIS e DEONTAY WILDER, il nostro Presidente WBC  MAURICIO SULAIMAN, che ha consegnato la cintura di Campione del Mondo WBC,  il Presidente messicano HECTOR SULAIMAN  di SCHOLAS OCURRENTES – fondata da PAPA FRANCESCO a Buenos Aires – tutti alla Casa Bianca dal Presidente DONALD TRUMP per l’occasione storica, dove la giustizia è finalmente fatta.

Del Presidente DONALD TRUMP si sa che è appassionato di boxe, è stato organizzatore con Don King, Atlantic City la città da lui costruita, ha visto realizzarsi match epici con Campioni entusiasmanti.

E così mi sovviene, per tutt’altri motivi, ma orgogliosa di aver ricevuto il 16 Maggio 2015 alla presentazione del mio libro al Salone int’l di Torino,  la Cintura WBC di Campione del Mondo ad honorem per mio Papà GIANCARLO GARBELLI, la Boxe è una Famiglia sparsa ovunque nel mondo. Vedi link   https://www.youtube.com/watch?v=dj5gpnZsZxs&feature=youtu.be

JACK JOHNSON

il PERDONO a JACK JOHNSON dal President DONALD TRUMP **PARDON to JACK JOHNSON by President DONALD TRUMP

da sx  il Campione americano Pesi Massimi DEONTAY WILDER,  l’attore SILVESTER STALLONE, il Campione dei Pesi Massimi l’inglese LENNOX LEWIS,  Presidente WBC MAURICIO SULAIMAN,  Presidente messicano della Scholas Ocurrentes HECTOR SULAIMAN ** from left Heavy Weights American Champion   DEONTAY WILDER,  actor SILVESTER STALLONE, English  Heavy Weights Champion LENNOX LEWIS,  President WBC MAURICIO SULAIMAN,  Mexican President Scholas Ocurrentes HECTOR SULAIMAN.

**Very interesting JACK JOHNSON 72 years after his death, receives the “pardon” from the American President DONALD TRUMP is a rare and historical posthumous “pardon” occurred last Thursday, May 24th, at the White House. see link. https://abcnews.go.com/Politics/president-trump-posthumously-pardons-boxer-jack-johnson/story?id=55412933

JOHNSON escaped to Canada, Europe and then to Cuba was finally incarcerated for racial reasons from his relations with white women in 1912. It took 14 years from BUSH to OBAMA, to get the long-awaited “pardon” for JOHNSON. A phone call from SLY STALLONE to President TRUMP and finally the “pardon” arrived in a ceremony in the Oval Office of the White House . “He was treated unfairly, his best years taken away, but he still managed to persevere and smile, he was an inspirational character, “said STALLONE. SLY in the ring, a good actor, creating the character of ROCKY that gave so much passion, builded from stolen of many truths stories of the great real Champions of the ring,

JACK JOHNSON led the category of Heavyweights from 1908 to 1915, more proud than humble has attracted vitriolic prejudices and many black citizens were lynched, after he defeated “white hopes” TOMMY BURNS and JAMES J. JEFFRIES.

He lost his last fight in 1915 vs. “white hope” JESSE WILLARD in a marathon without limit, in the 26th round in a night of exhausting punches in the suffocating Havana in Cuba where he had escaped. Then return home, inprisoned.

They were present at the ceremony, the moving family who received the  “pardon”, from president DONALD TRUMP so that it would restore dignity and human and moral integrity of the athlete JACK JOHNSON. The heavy Weights LENNOX LEWIS and DEONTAY WILDER, our President WBC MAURICIO SULAIMAN, who delivered the WBC World Champion belt, the Mexican President HECTOR SULAIMAN of SCHOLAS OCURRENTES – founded by POPE FRANCESCO in Buenos Aires – at the White House to the President DONALD TRUMP for the historical occasion, where justice is finally done.

President DONALD TRUMP knows that he is passionate about boxing, he was promoting with Don King in  Atlantic City, the city he built, and saw epic fights with exciting Boxing Champions.

An so my memories go back on May 16th 2015 when I proudly received, for totaly others motivations,   at the presentation of my book the WBC World Champion Belt ad honorem for my Dad GIANCARLO GARBELLI.  Boxing is for sure a family spread all over the world. See link https://www.youtube.com/watch?v=dj5gpnZsZxs&feature=youtu.be

Boxe: contraddizioni di regime. ** Boxing: regime’s contradictions.

In America, il Campione dei Pesi Massimi JACK JOHNSON viene riabilitato da TRUMP, e i quotidiani italiani ne parlano.  In Italia, GIANCARLO GARBELLI, Campione Pesi Welter e Medi, Il mio sostanzioso, immenso lavoro, il docu-film: IL FIGHTER D’ITALIA è oscurato…dalla RAI, TV di Stato e Cinema di regime!

Vedi miei articoli su questo stesso Blog.

https://giannagarbelli.wordpress.com/2018/03/16/a-testa-alta-caro-papa-walking-tall-dear-dad-2/

https://giannagarbelli.wordpress.com/2017/03/31/perversione-politica-italiana-siamo-in-regime-criminale-dittatoriale-italian-political-perversion-connection-we-are-under-criminal-dictatorship/

Durante la presidenza di OBAMA, erano andati in molti Pugili al Congresso a Whashington DC per chiedere “il perdono” per JACK JOHNSON, che OBAMA ha ignorato, nonostante, JOHNSON sia morto da 70 anni…! Cosa può fare oltre un morto? Gran KO di TRUMP sull’ottusità politica.

http://www.repubblica.it/sport/vari/2018/04/21/news/boxe_trump_sta_per_concedere_il_perdono_a_jack_johnson_oltre_100_anni_dopo_la_condanna-194498932/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P2-S1.4-T1

**Boxing: regime’s contradictions.

In America, JACK JOHNSON Heavy Weight Champion, is rehabilitated by TRUMP, and Italian newspapers are talking about it. In Italy, GIANCARLO GARBELLI, Welter and Middle Weight Champion, the rich, substantial work of mine, the docu-film: IL FIGHTER D’ITALIA,  is obscured … from RAI, Goverment TV and Cinema regime!

Read the links  above,  my articles,  on this same blog, both languages, Italian and English.

During the presidency of OBAMA, many Boxers at the  Congress in Whashington DC to ask for “pardon” for JACK JOHNSON, which OBAMA ignored, despite the fact that JOHNSON has been dead for 70 years …! What can a dead man do? Great KO byTRUMP on political obtuseness!

…prima, durante e dopo, come un grande Match di Boxe! **…it was like before, during and after a great Boxing fight!

clinton-vs-trump-cartoonists-around-the-world-react-to-the-american-election-large-teaseIl match è finito. …e il Nuovo Campione è DONALD TRUMP!. E’ stato un verdetto chiaro. Il Campione della Classe Lavoratrice!
TRUMP è un paradosso interessante, senza precedenti e pare non avere debiti con nessuno. Disconosciuto dagli stessi Repubblicani, ha tirato fuori i soldi per la sua campagna elettorale di tasca propria. I media lo hanno odiato, deriso. E così sostenuto… Tutto il mondo, o quasi, lo ha sbeffeggiato. Il governo italiano, il PD per inciso, ha sostenuto HILLARY CLINTON anche con i quattrini, i nostri. DONALD TRUMP ha fatto tutta la sua campagna quasi in totale autonomia come mai nessun altro presidente negli USA ha fatto nell’intera storia di quella nazione. E’ machiavellico pensare che se non minacciava il peggio, e non avesse avuto quel comportamento trash, non sarebbe arrivato ad essere il Presidente della Casa Bianca? Sembra il copione di un match prima, durante e…dopo un grande vero match di Boxe! Ieri 9 novembre, appena dopo il risultato, con sorprendente tono pacato, TRUMP si è rivolto alla sua nazione, ed ha subito dichiarato come un vero Campione che sarà il Presidente di tutti gli americani, ora tutti uniti per far diventare l’America ancora grande. Un outsider che ha sorpreso, non c’è dubbio. Sono un’inguaribile ottimista, voglio pensare che restituisca tutta l’attenzione a quella pancia, al ventre americano dimenticato dalle precedenti amministrazioni, concentrate sull’ avere voti, in California e Stato di New York che non sono certo l’ AMERICA, o meglio l’ AMERCIA autentica. Non è l’America che viaggia, che studia, che ha visto perdere il suo lavoro per politica estera sbagliata. Non è l’America del politically correct, ma degli insofferenti, che sono molto di più, e questo vale in ogni nazione del mondo, che negli USA sono insorti votando contro. Il mio pensiero su HILLARY CLINTON, credo sia quello di tanti: NON ha perso in quanto DONNA. Ha perso tutto l’apparato democratico che lei stessa ha rappresentato, inchinata al proprio business, così rivolta a tutti i problemi a lei a cuore, del mondo, meno al suo popolo. La corruzione è il peggiore dei mali in DEMOCRAZIA. HILLARY sin da subito mi è apparsa come la persona sbagliata. BERNIE SANDERS era l’unico che poteva competere, peccato che nel frattempo, nel migliori periodi di BARACK OBAMA, i democratici non abbiano coltivato un successore, giovane e forte. OBAMA è stato un grande presidente, con luci e ombre. In questo anno 2016 davvero catastrofico, terrorismo, terremoti, immigrati etc… in ogni parte del mondo, l’epilogo non poteva essere diverso, proprio come succede nella Boxe, che non morirà mai, Campioni si nasce, e qualcuno Campione, nasce sempre. E’ IL MOMENTO DEL CAMPIONE DONALD TRUMP! Forse è così arrivata la fine degli USA come sceriffo del mondo che vuole dettare legge in tutte le nazioni. Forse molte guerre, si possono placare e certi embarghi annullare, per il rispetto delle diversità e certo per la prosperità mondiale. ..Sperem!

** The match is over. …and the New Champion is DONALD TRUMP! It was a clear verdict. The Champion of Working Class!
TRUMP is an interesting paradox, unprecedented and seems to have no debts to anyone. Disowned by the Republicans, he pulled out the money for his campaign from his own pocket. The media hated him. And this way supporting him…Worldwide, or nearly so, mocked him. The Italian government, the PD – Democratic Party-  claimed HILLARY CLINTON with the money of us, Italians taxpayers. DONALD TRUMP has done throughout his campaign almost in total autonomy as never any other president in the USA has done in the entire history of that nation. Is it machiavellian thinking that if he did not threaten the worst, and he had not had that trashy behavior, would not come to be the President of the White House? It’s seemed to me  like a fight before, during and after a great real Boxing fight! Yesterday, November 9th, just after the results, with surprising calm tone, TRUMP turned to his nation, and immediately declared as a true Champion who will be the President of all Americans, now united, to become the great America again. An outsider who surprised, no doubt. I’m an incurable optimist, I want to think that he will give back all the attention to the stomach, to the American belly, forgotten by previous administrations, that just focused on to have votes in California and New York State that are certainly not the AMERICA, or rather the authentic America. It is not that America that travels, that studies, instead  of who has seen lose their job for the wrong foreign policy. It is not the America of polically-correct, but the impatient, restive, indignant people, that are a lot more – and this is true in every nation of the world- which in the USA has vote against, they are the  insurgents. Corruption is the end of any Democracy. My thoughts on HILLARY CLINTON, I think as many: she lost NOT because she is a WOMAN. It lost all democratic apparatus which she represented, bowed to its own business that matters to her, and directed  energy to all the world’s problems, not  to his people. HILLARY right now appeared to me as the wrong person. BERNIE SANDERS was the only one who could compete, too bad that in the meantime, in the best times of BARACK OBAMA, the Democrats haven’t cultivated a successor, young and strong.  OBAMA has been a great President,  with lights and shadows.
In this year 2016 truly catastrophic, terrorism, earthquakes, migrants etc… in every part of the world. The epilogue could not be different, just as happens in boxing, that will never die: Champions are born, and someone Champion, will always born. IT’s THE TIME OF CHAMPION DONALD TRUMP! And finally could be the end of the USA, as the world sheriff, who wants to lay down the law in all countries. Perhaps many wars, would be quench and certain embargoes cancel, respect for diversity and reliable for world prosperity. …So hoping.