AFFARE FATTO per il 2° match, GGG vs CANELO! 15 SETT. 2018 ** DEAL DONE! GGG vs CANELO 2nd. SEPT. 15, 2018

Contratto chiuso, accettato da entrambi le organizzazioni: OSCAR DE LA HOYA della GOLDEN BOY PROMOTION per SAUL “canelo” ALVAREZ e TOM LOEFFLER della K2 PROMOTIONS per GENNADY “GGG” GOLOVKIN.  Non si sanno ancora i termini dell’accordo, ma presumo al 50% come è giusto che sia. Il messicano CANELO trovato positivo al doping scorso marzo, ha fatto saltare il match multimillionario  con il fantastico kazako GENNADY “GGG” GOLOVKIN. I sei mesi di sospensione del messicano scadono il prossimo agosto. OSCAR DE LA HOYA, promoter della sua GOLDEN BOY PROMOTION, ha provato a giocare al ribasso nelle percentuali della borsa, niente da fare! E per quale motivo avrebbe dovuto accettare una borsa al 35% vs 65%? Perchè GGG è kazako? Il mondo vuole campioni, le tifoserie vogliono campioni. La boxe si nutre di campioni. GGG è il Campione con tutta la credibilità e rispettato anche da chi parteggia per l’avversario CANELO.  Eh certo, se uno crede nel suo Campione, vuole il match con il vero sfidante. E così come ho auspicato, suggerito,  GGG e CANELO hanno raggiunto l’accordo. Del resto GGG è l’incontrastato Campione dei Pesi Medi di tutto il pianeta, impossibile per OSCAR DE LA HOYA  trovare altre scuse per rinviarlo perchè nel frattempo GGG invecchi…o scansarlo senza avere dei veri contendenti, perchè il grande Kazako ha fatto tabula raso di chiunque lo abbia incontrato, avrebbe impoverito non solo lo sport privando di fatto una competizione di alto livello,  e  nel contempo il business irripetibile per entrambi, perchè è chiaro che entrambi si sono necessari…E poi ve la dico tutta, CANELO con la gran porcata del doping ha perso l’appeal presso il suo stimatissimo, infinito pubblico messicano e dunque non è più quella gran vacca da mungere – per tradurre dallo slang inglese appunto il modo di dire: ‘cash-cow’….La rabbia trattenuta, silenziosa di GGG esploderà il prossimo 15 settembre nell’arena del MGM di Las Vegas per i titoli  WBC  e WBA dei Pesi Medi, saldamente nelle mani del kazako e si esibirà con tutta la sua classe e potenza,  umiliando il messicano che l’ha evitato mancandogli di rispetto, dopo aver con sublime fair-play,  accettato quel terribile ingiusto verdetto di pareggio, solo lo scorso settembre 2017. Questo il mio pronostico: GGG spolvererà di fino tutta la cannella dallo scalpo rosso del messicano SAUL “canelo” ALVAREZ, privando lo stesso di ogni residua resistenza…

prossimo 15 settembre 2018 all’arena MGM di Las Vegas ** next September 15th at MGM Arena Las Vegas

con OSCAR DE LA HOYA promoter GOLDEN BOY PROMOTION già Campione Olimpico e Campione Pesi Welter  per le cinture WBC, WBA,  e WBO ** with  OSCAR DE LA HOYA of GOLDEN BOY PROMOTION already Olympic Champion and Welter Weight Belts,  WBC, WBA,  and  WBO 

**Contract closed, accepted by both organizations: OSCAR DE LA HOYA of GOLDEN BOY PROMOTION for SAUL “canelo” ALVAREZ and TOM LOEFFLER of K2 PROMOTIONS for GENNADY “GGG” GOLOVKIN. The terms of the agreement aren’t yet known, but I assume 50% as it should be. The Mexican CANELO found positive at doping last March, he blew up the multi-millionaire match with the fantastic Kazakh GENNADY “GGG” GOLOVKIN. The six months of suspension for the Mexican expire next August. OSCAR DE LA HOYA, promoter of his GOLDEN BOY PROMOTION, has tried to play down in the percentages of the pursue. Impossible! And why should he accept a pursue at 35% vs. 65% ? Why is because GGG Kazakh? The world wants champions, the fans want champions. Boxing feeds on champions. GGG is the Champion with all the credibility and respected by both side of the aficionados. Of course, if one believes in his Champion, he really wants the real challenger. And as I have hoped, suggested GGG and CANELO  have reached the agreement. After all GGG is the undisputed Middleweight Champion of the entire planet, impossible for OSCAR DE LA HOYA to find other excuses to postponed the fight  because in the meantime GGG will aged … or avoid it without having real contenders, because the great Kazako fought anyone, and so it would have impoverished not only the sport depriving in fact a high level competition, and at the same time the unrepeatable business for both, because it’s clear that both are necessary to each other … And then I tell you all, CANELO with the big swine of doping has lost the appeal with its highly esteemed, infinite Mexican audience and therefore he isn’t no longer that big “cash-cow”,  simply to translate from English slang….Anger GGG’s silent restraint will explode on the 15th of September in the MGM arena of Las Vegas for WBC and WBA Middle Weights  titles, firmly in the hands of the Kazakh and will show off with all his class and power, humiliating the Mexican that has avoided him in lacking respect, after having  with sublime fair-play, accepted that terrible wrongful verdict of draw, only last September 2017. This is my prediction: GGG will sprinkle  all the cinnamon from the red scalp of the Mexican SAUL “canelo “ALVAREZ, depriving him of any residual resistance…

 

Annunci

Che ora è? É l’ora di DEVIS “boom-boom” BOSCHIERO!🕛 🥊💓🇮🇹️**What time is it? It’s DEVIS “boom-boom” BOSCHIERO time!

L’esclusione dai mondiali di calcio ha reso l’orgoglio italiano finalmente concentrato sulla politica nazionale!
L’astinenza dall’oppio del pallone, ha incanalato le energie degli italiani su quanto sta a cuore, è vitale a tutti noi: il cambiamento per la ripresa economica e rilancio dell’Italia tutta.
Adesso, devono combattere per NOI ITALIANI i leaders scelti alle votazioni scorso 4 marzo 2018: MATTEO SALVINI per la LEGA, LUIGI DI MAIO per i 5STELLE. E chiunque si aggreghi per affinità. Abbiamo votato, auguriamoci il meglio.

AH PROPOSITO….!  NON DIMENTICATE DI TIFARE PER LO SPORT, per l’Arte Nobile per eccellenza, il Pugilato, per un Campione che ci mette il cuore, i muscoli e certo la testa, ed è di nuovo fresco titolo Europeo di Boxe Pesi Super Piuma, il nostro DAVIS “boom-boom” BOSCHIERO, come vi ho già riportato scorsi 18 e 19 maggio.
TIFIAMO TUTTI per dargli l’opportunità di disputare il titolo mondiale vero, consistente a casa nostra…  Senza diritti TV, senza sponsor, insomma senza quattrini, la Grande Boxe…MUORE!
Voglio per lui “Boom-Boom” BOSCHIERO che entro l’autunno abbia l’avversario, la data e il match titolato trasmesso in rete ammiraglia.
Dove? A Milano. Un tempo capitale di match-evento internazionali. E oggi più che mai capitale di tutto il meglio che succede in Italia, esportato in tutto il mondo. Un’arena con il pienone di gente a fargli la ola per una notte indimenticabile per lo Sport, per la Grande Boxe! Se avessi i quattrini da gestire, metterei in scena … un evento memorabile!

Per come ho incrociato il suo sguardo, parlato e poi a bordo ring l’ho visto combattere lo scorso 19 maggio vs il belga KOURBANOV, 26 anni, e strappargli stravincendo la cintura titolo Europeo EBU a 36 anni, Il nostro BOSCHIERO, –il torello di Piove– ha almeno 3-4 match davvero importanti con cui sfidarsi, prima di appendere i guantoni al chiodo.
Qua idee sui potenziali avversari detentori di cinture mondiali Super Piuma:
-uno su tutti il messicano MIGUEL BERCHELET 26 anni, se trattiene il titolo WBC, –Consiglio Mondiale di Pugilato- vs l’argentino JONATHAN BARROS il prossimo 23 giugno.  Sono queste le opportunità che il suo manager deve cercare assolutamente, adesso, per il nostro BOSCHIERO. È in questa fase che il manager può far valere la caratura del suo atleta che amministra.  Riuscirà ad imporlo?

A quando il match?  Entro l’anno.

Non meno rilevanti gli altri quattro potenziali avversari:
– vs il portoricano ALBERTO MACHADO, 27 anni, detentore del titolo WBA –Associazione Mondiale di Pugilato-
-vs l’americano GERVONTA DAVIS 23 anni, detentore del titolo WBA Super World…
-vs il gallese Lee Selby 32 anni, detentore del titolo IBF – Federazione Mondiale di Pugilato-
-e poi c’è la cintura WBO- Organizzazione Mondiale di Pugilato- lasciata vacante da VASYL LOMACHNEKO per salire di categoria Pesi Leggeri.

Il cambiamento, il rinnovamento è necessario in tutti i settori. Non può un solo sport monopolizzare l’economia, i media rimbambendo gli Italiani con quella metafora scarica barile che è il calcio da sofà, 24/7. Una sostanziosa dose di adrenalina per ricordarci che combattere per i nostri sogni nasce in ognuno di noi, solo dalla nostra volontà d’imporci in una sana e vera competizione. Niente di più vero che ispirarsi con un bel match di Grande Boxe! Se non succede, tutto il resto sono chiacchiere a costo zero…una miseria insomma.

Che ora è? É l’ora di DEVIS “boom-boom” BOSCHIERO!

BOSCHIERO al peso scorso 18 Maggio 2018 vs  FARUCKH KOURBANOV ** at the weight in  DEVIS “il torello di Piove” BOSCHIERO, vincitore lo scorso sabato sul ring del TEATRO PRINCIPE di Milano ** DEVIS ” Piove’s bull” BOSCHIERO last saturday winner of the EBU Title  on the ring of TEATRO PRINCIPE  in Milano

**The exclusion from the World Soccer Cup has made Italian pride finally focused on national politics!
Abstinence from the opium of the ball, has channeled the energies of Italians on what is at heart, it’s vital to all of us: the change, the new start and revitalization of Italian economy.

Now, the leaders chosen for voting last March 4, 2018 have to fight for US ITALIANS: MATTEO SALVINI for LEGA and LUIGI DI MAIO for 5STELLE. And whoever aggregates by affinity. People has voten, let’s wish for the better.

Ha by the way …. DON’T FORGET TO CHEERS  FOR SPORT, for the Noble Art par excellence,Boxing, for a Champion that puts his heart, muscles and certainly his mind and now he is again fresh European title of Super Featherweight, our DAVIS “boom-boom” BOSCHIERO, as I have already reported last 18th and 19th May.
LET’S CHEER to give him the opportunity to fight for real, consistent world title at home … Without TV rights, without sponsors, in short, no money, the Great Boxing … DIES!

I want for him,  “Boom-Boom” BOSCHIERO that by the autumn has the opponent, the date and the title fight transmitted on MAIN TV.

Where it would happen? In Milano. Once the capital of international boxing-events. And today more than ever capital of all the best that happens in Italy, exported all over the world. An arena full of people for an unforgettable night of  great boxing! If I had the money to manage, I would stage … a memorable event!

For how I crossed his eyes, talking to him and I saw him  fight at ring side,  last May 19th  vs the Belgian KOURBANOV, 26 yrs old, and how he stripped the European EBU title belt at 36 yrs old,   BOSCHIERO, the Piove’s Bull has at least 3-4 really important fights before hanging his gloves.

Here are some ideas on potential opponents holding Super Feather weights belts:
– one on all the Mexican MIGUEL BERCHELET 26 years, if it holds the WBC title, – vs the Argentine JONATHAN BARROS next June 23rd. These are the opportunities that his manager must look right now, for our BOSCHIERO. It’s at this stage that the manager who administers “boom-boom” can assert the caliber of his athlete . Will he?

When is the fight? Within the end of the year.

The other four potential opponents are no less relevant:
– vs the Puerto Rican ALBERTO MACHADO, 27, holder of the WBA title – World Boxing Association-
-vs the American GERVONTA DAVIS 23 years, holder of the WBA Super World title …
-vs the Welshman Lee Selby 32 years, holder of the IBF title – World Boxing Federation-
– then there is the WBO belt – World Boxing Organization – left vacant by VASYL LOMACHNEKO to go up in the Lightweight division.

Change, renewal is necessary in all sectors. A single sport can not monopolize the economy, the media are deafening the Italians with that metaphor of a barrel that is football in the  sofa, 24/7. A substantial dose of adrenaline to remind us that fighting for our dreams is natural in each of us, only by our desire to impose ourselves in a healthy and true competition. Nothing could be more true than inspiring   with a great boxing fight. If it doesn’t t happen, all the rest are chatter at no cost … a misery in short.

What time is it? It’s DEVIS “boom-boom” BOSCHIERO time!

TRUMP PERDONA JACK JOHNSON il primo Campione afro-americano dei Pesi Massimi **JACK JOHNSON IS PARDONED. 1st afro-american Boxing Champion Heavy Weight

Molto interessante JACK JOHNSON a 72 anni dalla sua morte, riceve il “perdono” dal Presidente americano DONALD TRUMP è un raro e storico perdono postumo avvenuto giovedì scorso, 24 maggio, alla Casa Bianca. vedi link.  https://abcnews.go.com/Politics/president-trump-posthumously-pardons-boxer-jack-johnson/story?id=55412933

JOHNSON scappato in Canada, Europa e poi a Cuba è stato infine incarcerato per motivi razziali derivanti dalle sue relazioni con donne bianche nel 1912. Ci sono voluti 14 anni da BUSH ad OBAMA, per ottenere il sospirato “perdono” per JOHNSON. Una telefonata di SLY STALLONE  al presidente TRUMP e finalmente il “perdono” è arrivato in una cerimonia nella Camera Ovale della Casa Bianca  “È stato trattato in modo ingiusto, i suoi anni migliori portati via,  ma è comunque riuscito a perseverare e a sorridere,  è stato un personaggio d’ispirazione”, ha detto STALLONE.  SLY che sul ring ci è salito per finta, creando da buon attore il personaggio di ROCKY che tanto ha appassionato,  è rubato dalle tante storie reali dei grandi veri Campioni del ring,

JACK JOHNSON ha guidato la categoria dei Pesi Massimi dal 1908 al 1915, più orgoglioso che umile ha attirato pregiudizi al vetriolo e molti cittadini neri sono stati linciati, dopo che lui ha sconfitto “le speranze bianche” TOMMY BURNS e JAMES J. JEFFRIES.  Perse il suo ultimo match nel 1915 vs ” la speranza bianca” JESSE WILLARD in una maratona senza limite,  al 26° round in una notte di estenuanti cazzotti nella soffocante Avana a Cuba dove era scappato. Per poi tornare in patria e scontare la pena.

Erano presenti alla cerimonia, la famiglia che commossa ha ricevuto il “perdono” tanto inseguito,  così da ridare dignità e integrità umana e morale dell’atleta JACK JOHNSON. I Pesi Massimi LENNOX LEWIS e DEONTAY WILDER, il nostro Presidente WBC  MAURICIO SULAIMAN, che ha consegnato la cintura di Campione del Mondo WBC,  il Presidente messicano HECTOR SULAIMAN  di SCHOLAS OCURRENTES – fondata da PAPA FRANCESCO a Buenos Aires – tutti alla Casa Bianca dal Presidente DONALD TRUMP per l’occasione storica, dove la giustizia è finalmente fatta.

Del Presidente DONALD TRUMP si sa che è appassionato di boxe, è stato organizzatore con Don King, Atlantic City la città da lui costruita, ha visto realizzarsi match epici con Campioni entusiasmanti.

E così mi sovviene, per tutt’altri motivi, ma orgogliosa di aver ricevuto il 16 Maggio 2015 alla presentazione del mio libro al Salone int’l di Torino,  la Cintura WBC di Campione del Mondo ad honorem per mio Papà GIANCARLO GARBELLI, la Boxe è una Famiglia sparsa ovunque nel mondo. Vedi link   https://www.youtube.com/watch?v=dj5gpnZsZxs&feature=youtu.be

JACK JOHNSON

il PERDONO a JACK JOHNSON dal President DONALD TRUMP **PARDON to JACK JOHNSON by President DONALD TRUMP

da sx  il Campione americano Pesi Massimi DEONTAY WILDER,  l’attore SILVESTER STALLONE, il Campione dei Pesi Massimi l’inglese LENNOX LEWIS,  Presidente WBC MAURICIO SULAIMAN,  Presidente messicano della Scholas Ocurrentes HECTOR SULAIMAN ** from left Heavy Weights American Champion   DEONTAY WILDER,  actor SILVESTER STALLONE, English  Heavy Weights Champion LENNOX LEWIS,  President WBC MAURICIO SULAIMAN,  Mexican President Scholas Ocurrentes HECTOR SULAIMAN.

**Very interesting JACK JOHNSON 72 years after his death, receives the “pardon” from the American President DONALD TRUMP is a rare and historical posthumous “pardon” occurred last Thursday, May 24th, at the White House. see link. https://abcnews.go.com/Politics/president-trump-posthumously-pardons-boxer-jack-johnson/story?id=55412933

JOHNSON escaped to Canada, Europe and then to Cuba was finally incarcerated for racial reasons from his relations with white women in 1912. It took 14 years from BUSH to OBAMA, to get the long-awaited “pardon” for JOHNSON. A phone call from SLY STALLONE to President TRUMP and finally the “pardon” arrived in a ceremony in the Oval Office of the White House . “He was treated unfairly, his best years taken away, but he still managed to persevere and smile, he was an inspirational character, “said STALLONE. SLY in the ring, a good actor, creating the character of ROCKY that gave so much passion, builded from stolen of many truths stories of the great real Champions of the ring,

JACK JOHNSON led the category of Heavyweights from 1908 to 1915, more proud than humble has attracted vitriolic prejudices and many black citizens were lynched, after he defeated “white hopes” TOMMY BURNS and JAMES J. JEFFRIES.

He lost his last fight in 1915 vs. “white hope” JESSE WILLARD in a marathon without limit, in the 26th round in a night of exhausting punches in the suffocating Havana in Cuba where he had escaped. Then return home, inprisoned.

They were present at the ceremony, the moving family who received the  “pardon”, from president DONALD TRUMP so that it would restore dignity and human and moral integrity of the athlete JACK JOHNSON. The heavy Weights LENNOX LEWIS and DEONTAY WILDER, our President WBC MAURICIO SULAIMAN, who delivered the WBC World Champion belt, the Mexican President HECTOR SULAIMAN of SCHOLAS OCURRENTES – founded by POPE FRANCESCO in Buenos Aires – at the White House to the President DONALD TRUMP for the historical occasion, where justice is finally done.

President DONALD TRUMP knows that he is passionate about boxing, he was promoting with Don King in  Atlantic City, the city he built, and saw epic fights with exciting Boxing Champions.

An so my memories go back on May 16th 2015 when I proudly received, for totaly others motivations,   at the presentation of my book the WBC World Champion Belt ad honorem for my Dad GIANCARLO GARBELLI.  Boxing is for sure a family spread all over the world. See link https://www.youtube.com/watch?v=dj5gpnZsZxs&feature=youtu.be

EL CINCO DE MAYO. GENNADY GOLOVKIN e CECILIA BRAEKHUS. Cos’è un protagonista senza un antagonista…? ** EL CINCO DE MAYO. GENNADY GOLOVKIN and CECILIA BRAEKHUS. What is a protagonist without an antagonist …?

LUI è  GENNADY “GGG” GOLOVKIN vs VANES MARTYROSIAN, LEI è CECILIA “First Lady” BRAEKHUS vs KALI REIS. Entrambi super star, elite della grande boxe.

Tutti e due sono i miei personalissimi migliori con cui ho chiuso il 2017. Tutte e due vengono da lontano.  GGG, kazako, la tenacia, la determinazione li ha scolpiti nei tratti e nel corpo sempre tirato, compatto. GGG ha fatto un percorso senza paura e ora vive in California. Lei “First Lady”, viene dalla Norvegia, ma la fisionomia non inganna, è chiaramente una “guapa” colombiana. Guapissima, sottolineano i miei amici maschi! Tutte e due saranno i protagonisti assoluti, il prossimo 5 di Maggio,  sul ring di Carson, vicino a Los Angeles. LUI “GGG” autentico campione dei Pesi Medi & LEI “First Lady”, superba campionissima detentrice dal 2014 di tutte le n.5 cinture dei Pesi Welter. Ci vorrebbe Chanel Parfume per la sponsorizzazione… Lei, First lady, sgocciolerà in sole n.5 perle di sudore e vincerà facile…

Basteranno a colmare le aspettative di ogni latitudine?  Il problema vero è che non c’è scelta e quindi non incontreranno altrettanti validi rivali.

Peccato! I matchmaker, è visibile, hanno fatto quanto possibile per recuperare questa data,  il 5 di Maggio appunto, ricorrenza dell’indipendenza messicana, festa molto sentita dalla popolazione americana-messicana. Appuntamento annuale, ormai calendarizzato tra gli eventi glamour, per la notte della grande boxe a  Las Vegas.

E allora cos’è un protagonista senza un antagonista…? Insomma due eroi del ring, così unici, si troveranno senza un “mostro” con cui competere davvero. Senza un anti eroe da combattere. Come confermarsi campioni senza l’ostacolo da superare?  Nelle mie riflessioni, non vedo la possibilità che questa notte di pugilato, si trasformi in una danza all night long,  di colpi esibiti in risposta ad acuti riflessi, di istantanee, di bombardamenti di cazzotti fumanti, di tattiche psicologiche che possano in qualche mondo trarre in inganno, o finte che possano  sorprendere, e che i mariachi messicani nel benvenuto ai due match clou, vogliono con la loro allegra musicalità, intendono preannunciare…

Parlando di calcio, se una squadra incontra una più debole per esempio nella Champions League, i fans e la panchina, gradirebbero accettando come un evento fortunato,  l’importante è vincere. Roba da fans del calcio, quella di accontentarsi…Nella Boxe invece si tratta di quale avversario vinci. Altrimenti sei liquidato come un “campione di carta” e non basteranno tutte le cinture intorno alla vita a consacrarti, se non incontri avversari di tutto rispetto. La cintura aggiunge prestigio al campione, certo ne fa aumentare il valore economico.  Che fa il Campione è l’Avversario. Con o senza cintura.

I fans della boxe sono quanto di più onesto ci sia tra i sostenitori dello sport. I protagonisti di sabato prossimo hanno incontrato il meglio dei loro avversari, sempre, o quasi. Ora sono rimasti senza o quasi. Insomma hanno decimato le rispettive categorie.

Peccato che SAUL “canelo” ALVAREZ, è stato trovato positivo al doping per una rara bistecca messicana che contiene sostante dopanti…peccato che OSCAR DE LA HOYA, patron della GOLDEN BOY PROMOTION e promoter di CANELO, non si sia curato dell’alimentazione del suo protetto, che vale valanghe di milioni e milioni di dollaroni,  e ancor di più che lo stesso CANELO abbia trovato scuse di fronte alla commissione anti-doping, davvero puerili…Ma come un Campione,  in  rappresentanza  del così forte orgoglio messicano, dove la Boxe è regina dello Sport,  lui CANELO, si fa trovare in una situazione che lo ha allontanato dal ring, per almeno i prossimi 6 mesi e perché sono stati molto accondiscendenti, trattandosi di una vedette che non si può mettere fuori gioco per troppo tempo dal ring, per ovvi motivi economici.  Ma deve assolutamente redimersi e rimettere tutto a posto,  il prossimo giro di verifica, se trovato ancora positivo le costerà la squalifica ad oltranza. E quindi fine della sua esaltante carriera.

Questo scherzo ha imposto anche il cambio del ring, dall’arena del MGM di Las Vegas, nel Nevada a quella più contenuta dello Stub-Hub di Carson nel vicino Stato della California, dove c’è un’alta densità di armeni-americani a sostegno di VANES MARTYROSIAN.  E la visibilità dei media e TV rimane inalterata. I nostri protagonisti, non si meritavano dopo tanto impegno di essere scaricati per una furbata finita male di CANELO che è costata chiaramente a tutti molto cara.

Quel match, meglio dire quel rematch, tra GOLOVKIN vs CANELO doveva succedere, il prossimo 5 Maggio, e doveva sistemare quella faccenda in sospeso del pari e patta, regalato a CANELO dai giudici, lo scorso 16 settembre 2017, invece nulla. E in sole tre settimane, la vittima sacrificale per il kazako GENNADY GOLOVKIN, 36 anni, ha il nome di VANES MARTYROSIAN, 32 anni, armeno, residente in California. È impossibile immaginare un match, tra questi due, sarà un assolo di GGG, detentore di 4 cinture. WBC, WBA, IBF e IBO,  che decapiterà l’avversario  armeno, in pochi round. Pur facendo l’impossibile per intrattenere il gran pubblico… E allora credo che per GGG, dopo il primo ciclo di exploit in Europa, il secondo trionfante negli USA, il terzo e ultimo ciclo, non può essere che in Giappone. In America, dopo di lui , il deserto… Almeno al momento… E  così GGG, nonostante i suoi 36 anni, ne ha almeno altri due in canna, prima di concludere una carriera di grandi emozioni, d’infinito successo.  È il riconoscimento di un percorso laborioso di più di una generazione  di  grandi Campioni dell’Est Europa, e  per GGG, vedo il Giappone con il suo campione Pesi Medi, RYOTA MURATA,  davvero l’ultima sfida che conta per il grande kazako. Feroce nel suo record di 38 match di cui 33 vinti via KO!

E la nostra eroina contemporanea, potente, aggressiva, disciplinata CECILIA BRAEKHUS, 36 anni, all’attivo 32 match tutti vinti uno in perla all’altro. Ma come farà a lasciarci con il fiato sospeso, con un’avversaria, l’americana KALI REIS, 32 anni, le cui speranze di arrivare alla fine sono davvero esili?  Forse riuscirà a fare un po’ di fumo, il pubblico di casa dalla sua parte lo avrà, ma non tanto e non tutto certo. Le qualità delle norvegese, sono indiscusse ad ogni latitudine. Perché First Lady,  è un’atleta così sempre preparata, ha quella scuola mentale e di rigore,  con la volontà di riscatto che le vengono dalle origini, non proprio rose e fiori, e  costruito sulla volontà che le ha fatto aprire barriere, buttare giù ostruzionismi, ovunque sia andata, misurandosi e vincendo sempre con qualsiasi degna e grande rivale abbia incontrato. Anche qui il match che il mondo vuole, è vs l’americana, proprio di Las Vegas, l’indomabile LAYLA “amazing” MCCARTER. Una tipetta, tanto amabile, quanto poco raccomandabile se accetti la sfida… LAYLA una che il potere lo ha conquistato nelle tante sfide, è allora uno scontro con l’invincibile  CECILIA, è davvero esaltante! E lei la tipetta AMAZING la reclama dal 2013, dalle mie stesse righe. Temo, forse, abbiano ascoltato, il mio invito a trovare un’arena neutrale, per queste due prestigiose Signore della boxe mondiale. In altra arena, fuori dal territorio di entrambe,  questo sì, sarebbe un match rovente, il pubblico ancor più denso, perché in palio c’è il regno dell’immortalità che entrambe si meritano. Quella notte, non farà sconti a nessuno delle due. E la migliore sarà Semplicemente la Migliore Campione di Boxe di Sempre.

E così la notte del prossimo CINCO DE MAYO, il meglio lo daranno i Mariachi…allegri, festosi, giocondi giullari, gioiosi di un’antica tradizione e così scuseranno, il loro connazionale, cantando: SAUL “el bandolero stanco” ALVAREZ…

qua ballo alla Convention annuale della WBC a Cancun,  con i musicanti Mariachi, ma anche con i pugili e non solo messicani. ** me dancing at annual WBC convention party, in Cancun, with the Mariachi musicians, and not only Mexican boxers. 

faccia a  faccia al peso,  GENNADY “GGG” GOLOVKIN vs VANES MARTYROSIAN. Tra i due avversari,  il promoter  americano, TOM LOEFFER, della K2 Promotion dei fratelli KLITSCHKO, sia GOLOVKIN che BREAKHUS fanno parte dells stessa scuderia. ** face-off at  weight-in,   GENNADY “GGG” GOLOVKIN vs VANES MARTYROSIAN. Between the two opponents, the American promoter, TOM LOEFFER,  from K2 Promotion of the KLITSCHKO brothers. Both GOLOVKIN and BREAKHUS belong to the same K2 Promotion company. 

** GENNADY GOLOVKIN and CECILIA BRAEKHUS.
EL CINCO DE MAYO. What is a protagonist without an antagonist …?

HE is GENNADY “GGG” GOLOVKIN vs VANES MARTYROSIAN, SHE IS CECILIA “First Lady” BRAEKHUS vs KALI REIS. Both super stars, elite of the great boxing.
Both are my very best,  personal with whom I closed 2017. Both come from afar. GGG, Kazakh, the tenacity, the determination has carved him,  in his somatic features,  in his  body always pulled at the best, compacted. GGG, from Kasakhstan  has made a journey without fear and now lives in California.

She “First Lady” comes from Norway, but her physiognomy doesn’t deceive, she is clearly a Colombian “guapa”. Guapissima, underline my male friends! Both will be the absolute protagonists, the next 5 of May, in the ring of Carson, close to Los Angeles. HE “GGG”, authentic champion of the Middleweight division &  “First Lady”, superb champion holder since 2014 of all n.5 Welter Weights belts. It would take Chanel Parfume for the sponsorship…CECILIA “First Lady BRAEKHUS ”, will drip in just n.5 beads of sweat and win easy …
Will they be enough to fill the expectations of every latitude? The real problem is that there is no choice and therefore, both will not fight as many valid opponents.

Pitty! The matchmakers, it is visible, have done everything possible to recover this date, May 5th, is  the anniversary of Mexican independence, a party deeply felt by the American-Mexican population. Annual appointment, now scheduled among the glamorous events, for the night of Great Boxing in Las Vegas.

So what is a protagonist without an antagonist …? In short, two heroes of the ring, so unique, will find themselves without a “monster” to really compete with. Without an anti-hero to fight. How to confirm be the champion without the obstacle to overcome? In my reflections, I don’t see the possibility that the night of boxing turns into an all night long dance of shots exhibited in response to acute reflex,  snapshots, bombings of smoking punches, psychological tactics that may in some world draw in deception, or fakes that may surprise, and that the Mexican mariachi welcome the two fight’s protagonsits, with their cheerful musicality, intend in evidence to announce …
Speaking of soccer,  if a team meets a weaker for example in the Champions League, the fans and the bench, would like to accept as a lucky event, the important thing is to win. Stuff from football fans, to be content … In Boxing, on the other hand, it is about which opponent you win. Otherwise you are dismissed as a “paper champion” and all the belts around your waist will not be enough to consecrate you, if you don’t fight highly respectable opponents. The belt adds prestige to the champion, certainly increasing its economic value.
What the makes the Champion is the Opponent. With or without belt.
The fans of boxing are the most honest among the supporters of the sport.
The protagonists of next Saturday have already met the best of their opponents, always, or almost. Now they are left without or almost. In short, they have decimated their respective divisions.

Too bad that SAUL “canelo” ALVAREZ, was found positive to doping for a rare Mexican steak that contains doping substances … unfortunate that OSCAR DE LA HOYA, owner of GOLDEN BOY PROMOTION and promoter of CANELO, did not take care of the feeding of his protected, which is worth millions and millions of dollars, and even more that the same CANELO has found an apology in front of the anti-doping commission, really childish … But as a champion, representing the strong Mexican pride, where Boxing is queen of Sport, he CANELO, is found in a situation that takes him away from the ring, for at least 6 months and because they were very condescending, being a lookout that cannot be removed for too long from the ring, for obvious economic reasons. But he must absolutely redeem himself and put everything in place, the next round of verification, if still found positive will cost the disqualification to the bitter end. And therefore end of his exiting and very remunerative career.

This joke also imposed the change of the ring, from the MGM arena in Las Vegas, in Nevada to the smaller one of Carson’s Stub-Hub in the neighboring State of California, where there is a high density of Armenian-Americans in support of VANES MARTYROSIAN. So the visibility of the media and TV remains unaltered. Our protagonists, did not deserve after so much effort to be discharged for a mischief ended badly CANELO that clearly cost everyone a fortune.

That match, better say that rematch, between GOLOVKIN vs CANELO was supposed to happen next May 5th, and had to settle that pending business of draw and flap, gifted to CANELO by the judges, last September 16, 2017, but nothing then. And in just three weeks, the sacrificial victim for Kazakh GENNADY GOLOVKIN, 36yrs, has the name of VANES MARTYROSIAN, 32 yrs, Armenian, living in California. It’s impossible to imagine a match between these two, it will be a solo of GGG, holder of 4 belts of the Middle Weights division WBC, WBA, IBF and IBO, who will decapitate the opponet in a few rounds, the Armenian MARTYROSIAN.  While doing the impossible to entertain the general public … And then I think that for GGG, after the first cycle of exploits in Europe, the second triumphant in the US, the third and last round, can only be in Japan. In America, after him, the desert… At least at the moment … And so GGG, despite his 36 years, has at least a two more fight in the barrel, before ending a career of great emotions, of infinite success. It is the recognition of a laborious path of more than one generation of great Champions from  Eastern Europe, and for GGG, I see Japan with his champion RYOTA MURATA, really the last challenge that counts for the great Kazakh. Ferocious in his record of 38 matches of which 33 won via KO!

And our contemporary heroine, powerful, aggressive, disciplined CECILIA BRAEKHUS, 36 years, to the active 32 fights, all won one in pearl to the other. But how will you leave us with bated breath, with an opponent, the American KALI REIS, 32 years, whose hopes of getting to the end are really short?  Perhaps she will be able to make a bit of smoke, the public on her side will have it, but not so much and not all certain. The qualities of the Norwegian are undisputed at every latitude. Because First Lady, is an athlete so always prepared, has that mental school and rigor, with the desire for redemption that come from her origins, not just roses and flowers, and built on the will that made her open barriers, throw down obstructions, wherever she went, measuring and winning always with any worthy and great rival has met.

The fight that the world wants, is vs the American from Las Vegas, the indomitable LAYLA “amazing” MCCARTER. A tough girl, so lovable, how untrustworthy if you accept the challenge … LAYLA one that has won the power in many challenges, then she would be the real clash with the invincible CECILIA, it would be just  exciting! And the AMAZING claims her Norvegian opponent, since 2013, from my own lines. I believe may be,  they have listened to my invitation to find a neutral arena for these two prestigious Ladies of  Boxing World.  In another arena, out of the territory of both, this would be a hot fight, the audience even more dense, because on the stake, there is the kingdom of immortality that both deserve. That night, it will not  be any discount either of them. And the best will be,  Simply the Best Female Boxing Champion Ever.

And so the night of the next CINCO DE MAYO, the best will be given by the Mariachi … merry, cheerful, sunny, smiling, joyful jugglers,  bright of an ancient tradition and so they will come to excuse, their compatriot, singing: SAUL “the weak-hero bandolero” ALVAREZ …

STASERA! WORLD BOXING SUPER SERIES in SOCHI, RUSSIA al Bolshoy Ice Dome, semi-finale Pesi Cruiser Weights. ** TONIGHT!

STASERA 3 febbraio MURAT GASSIEV vs YUNIER DORTICOS per il torneo WORLD BOXING SUPER SERIES, “Ali Trophy”,  semi-Finale dei Pesi Cruiser a Sochi, Russia al Bolshoy Ice Dome.
24 anni per il russo MURAT GASSIEV detentore cintura IBF vs il cubano 31 anni YUNIER DORTICOS detentore Cintura WBA.
MURAT GASSIEV è il mio “astro nascente” del 2017. Il suo match vs KRZYSZTOF “el diablo” WLODARCZYK 36 anni, è stato un anticipo della sensazionale chiusura di carriera per il grande polacco, che a sua volta ha oscurato facilmente la carriera dell’italiano GIACOBBE FRAGOMENI. EL DIABLO straordinario Campione dalla mano pesante, combatterà il prossimo 10 febbraio, ma i suoi giorni migliori sono certo alle spalle.

La grande notte di boxe di questa sera vede MURAT GASSIEV combattere di fronte al suo pubblico di casa, dove ha debuttato nei professionisti all’età di 17 anni. Dal 2014 il suo allenatore ABEL SANCHEZ è lo stesso del talentuoso, strepitoso Peso Medio GENNADY “GGG” GOLOVKIN, (il mio miglior Campione del 2017!) Il cubano YUNIER DORTICOS residente a Miami in Florida, non ha conquistato la cintura WBA perché il suo avversario il Kazako BEIBUT SHUMENOV, detentore del titolo WBA, in seguito a dei problemi agli occhi durante gli allenamenti, ha reso vacante il titolo e così la WBA ha insignito il cubano DORTICOS del titolo, nonostante non combattesse da un anno. Prima di questo “regalo” deteneva il titolo WBA interim…dunque il cubano detiene il titolo WBA senza aver disputato il match! Il mio pronostico? MURAT GASSIEV via KO!

MURAT GASSIEV titolo  IBF CruiserWeights **title

MURAT GASSIEV  titolo IBF CruiserWeights **title

YUNIER DORTICOS  titolo WBA CruiserWeights al peso ** weight in

YUNIER DORTICOS  titolo WBA CruiserWeights allenamento **work out

con KRZYSZTOF “el diablo” WLODARCZYK titolo WBC  pesi Cruiser dal 2010 al 2014**  with  KRZYSZTOF “el diablo” WLODARCZYK WBC CruiserWeights 2010- 2014

TONIGHT  February 3rd, MURAT GASSIEV vs YUNIER DORTICOS for the WORLD BOXING SUPER SERIES torunament,  “Ali Trophy”,  CruiserWeights Semi-Final in Sochi, Russia at the Bolshoy Ice Dome.
24 years Russian MURAT GASSIEV IBF belt holder vs the Cuban 31 years YUNIER DORTICOS WBA belt holder. MURAT GASSIEV is my “rising star” of 2017. His fight vs. KRZYSZTOF “el diablo” WLODARCZYK 36 years, has been anticiped sensational closing career for the great Polishman, which has overshadowed the career of the Italian GIACOBBE FRAGOMENI. EL DIABLO extraordinary champion, with hard hand! The Polishman will fight next 10 February, but his best days are behind him.

Tonight’s big boxing night sees MURAT GASSIEV fighting in front of his home crowd, where he made his professional debut at the age of 17. Since 2014 his trainer is ABEL SANCHEZ the same as the talented, amazing Middleweight GENNADY “GGG” GOLOVKIN, (my best Champion of 2017!) The Cuban YUNIER DORTICOS residing in Miami Florida, did not conquer the WBA belt because his opponent the Kazakh BEIBUT SHUMENOV, holder of the WBA title, following eye injuries during his  training, has made the title vacant and so the WBA has given to the Cuban DORTICOS  the title, despite not fighting for a year. Before this “cadeau” DORTICOS held the WBA interim title … so the Cuban holds the WBA title without having fought! My prediction? MURAT GASSIEV via KO!

12 ROUND DI QUALITÁ! ** 12 ROUNDS OF QUALITY !

Riga, Lettonia,  che notte! 12 ROUNDS DI QUALITÁ.  31 anni per Ucraino OLEKSANDR USYK vs MAIRIS BRIEDIS Lettone di 33 anni.  Match di alto livello. Fantastico combattimento, per il titolo Pesi Crusier, della semifinale del World Boxing Super Series. In gioco anche la reputazione…E che ritmo!  E che spirito competitivo!

USYK vince di stretta misura,  per MD, l’unificazione delle Cinture WBC  e WBO ai punti  115-113, 115-113, 114-114 e va in finale  il prossimo 11 Maggio per il Trofeo Ali a Gedda, in Arabia Saudita,

**Riga, Latvia, what a night! 12 ROUNDS OF QUALITY! Ukrainian OLEKSANDR USYK vs MAIRIS BRIEDIS Latvian. High level, terrific fight, Crusierweights semi-final, for World Boxing Super Series. Reputation is online too…. What a Tempo! And what a high competitive spirit!

USYK wins very tight the unification WBC  ‘n WBO belts  on point MD  115-113, 115-113, 114-114 and USIK goes in the final next May 11th in Jeddah, Saudi Arabia.

SANTO STEFANO, LA NOTTE DELLA BOXE. **IT’S THE BOXING DAY

Palazzo dello Sport, Milano, 26 dicembre 1960, Santo Stefano, è tradizione di grandi eventi di Boxe. Dal mio libro “IL FIGHTER D’ITALIA Giancarlo Garbelli”. E’ scolpito nella Storia: GIANCARLO GARBELLI Il Genio e il Suo Capolavoro! GIANCARLO GARBELLI vs LASZLO PAPP per i Pesi Medi – Nessun Titolo in palio:la  Politica entra nello Sport! “…La mia mascella era forse d’acciaio…? Certo. Nessuno ti può insegnare la mascella! Viene dal profondo, nasce dal cuore.”

…E IL PROFUMO DELLA LIBERTÀ’ VALE L’ORO OLIMPICO.

LASZLO PAPP- Ungheria, Budapest 1926-2003- dopo aver conquistato per ben 3 volte la Medaglia d’ Oro nei Pesi Medi, in 3 Olimpiadi, LONDRA 1948, HELSINKI 1952, e MELBOURNE 1956, dove commosse il mondo, mentre l’Ungheria resisteva all’invasore sovietico. PAPP nel 1957 diventa professionista, malgrado l’ostruzionismo della dittatura comunista, nell’ UNGHERIA della Cortina di Ferro. PAPP amava l’Italia, e nel 1960, con un permesso esclusivo e temporaneo, ha l’occasione di una ricca borsa vs GIANCARLO GARBELLI, senza titolo in palio, sul ring di Milano.  Le leggende s’incontrano anche senza titoli in palio, si tratta di classe mondiale. Del resto PAPP non era venuto per perdere qualcosa, ma per guadagnare quattrini e possibilmente tornare in patria solido come era partito. Nessuno dei pesi medi, dell’ epoca, accettava il combattimento con PAPP, e Benvenuti e Mazzinghi (ben 12 anni più giovani…) attesero che PAPP abbandonasse l’attività e non erano comunque pronti, sino a che c’era in giro LASZLO PAPP.
GIANCARLO “Il Fighter d’Italia” GARBELLI- Milano, 1931-2013, voleva solo i migliori, e vince. Il mancino ungherese, sferra una grandinata di pesanti montanti, GARBELLI li prevede, PAPP incessante colpo su colpo tira di tutto,  nulla può contro l’italiano che lo umilia potente,  con una tempesta di sinistri e destri facendogli piegare le ginocchia per ben tre volte, indimenticabile. Garbelli, amatissimo dal pubblico, stampa e TV lo consacrano, diventando leggenda immortale, tra i grandissimi nel mondo. E senza abbracciarsi alla politica. Del resto suo padre, mio nonno, aveva già dato…Il verdetto al termine dei dieci round è un pari politico, per così dare l’opportunità all’ungherese, di continuare la carriera professionistica. Non sarebbe potuto rientrare in patria sconfitto… l’Italia era in piena Democrazia Cristiana. Il comunismo, nella Repubblica Popolare d’Ungheria, durò sino 1989. LASZLO PAPP, un molosso, non accetterà un secondo match VS GIANCARLO GARBELLI. In seguito PAPP conquistò il titolo Europeo a Vienna, ma non gli fu mai concesso il passaporto per gli USA per combattere il titolo mondiale verso JOEY GIARDELLO. PAPP, record pro, si ritira con 27 match vinti, 2 pari. GARBELLI, record pro, si ritira con 99 match, 74 vinti, 11 pari. Nessuno dei due ha mai subito un KO! Entrambi sono onorati dalla Cintura WBC, Consiglio Mondiale di Pugilato,  di Campione del Mondo ad honorem.
L’immortalità della Gloria di GIANCARLO GARBELLI e LASZLO PAPP è nella Leggenda che scolpisce la Storia.

In piedi GIANCARLO GARBELLI vs LASZLO PAPP nel Ring del Palazzo dello Sport di Milano il 26 dicembre 1960, di fronte a milioni di telespettatori in prima serata e nell’arena stracolma.
**Standing GIANCARLO GARBELLI vs LASZLO PAPP in the Ring of Milano, Palazzo dello Sport dicembre 26th 1960,  Boxing day, in front of crowd, multitude spectators and prime time TV.

“…La mia mascella era forse d’acciaio…? Certo. Nessuno ti può insegnare la mascella! Viene dal profondo, nasce dal cuore.” **”… My jaw was made of steel…? Sure. No One can teach you the chin. It comes from deep inside, it born from the heart.”  – GianCarlo Garbelli –

 

GIANCARLO GARBELLI  cintura WBC ad honorem** WBC Honorem Belt

LASZLO PAPP con la cintura WBC ad honorem nel  1989 **WBC Honorem Belt

**Palazzo dello Sport, Milano, Dec. 26th, 1960. Traditional it’s the Boxing Day. From my book “IL FIGHTER D’ITALIA Giancarlo Garbelli”. It’s carved in the History: GIANCARLO GARBELLI: The Genius and His Masterpiece! GIANCARLO GARBELLI vs LASZLO PAPP at Middleweight – No Title on the stake:Politic goes into Sport! “… My jaw was made of steel…? Oh yes, no one can teach you the chin. It comes from deep inside, from your strength of heart.”

…AND THE SCENT OF FREEDOM IS OLYMPIC GOLD.

LASZLO PAPP-Hungury, Budapest 1926-2003- after winning for 3 times the Gold Medal in the  3 Olympics Games, as Middleweight in LONDON 1948, HELSINKI 1952 and MELBOURNE 1956, which moved the world, while Hungary resisted Soviet invader. PAPP became a professional in 1957, despite the obstructionism of the Communist dictatorship into Hungary of the Iron Curtain. PAPP loved Italy, and in 1960, with an exclusive, temporary permit, has the chance to a rich pursue vs GIANCARLO GARBELLI, no title at stake, in the ring of Milano. Leggends meets even without titles on stake, it’s about world class. LASZLO PAPP didn’t come to loose anything. but to gain money and try going back solid as he was when leaving. No one middleweight of the time wanted to fight PAPP,  and  Benvenuti and Mazzinghi (alreday 12 yrs youngers…) waited Papp to quit the activity and anyway they weren’t ready until LASZLO PAPP was around.
GIANCARLO “Il Fighter d’Italia” GARBELLI -Italy, Milano 1931-2013- wanted only the best, and won. The Hungarian southpaw, with  heavily storm of uppercut,  didn’t surprised GARBELLI. PAPP trows everything,  against the Italian,  who humiliates big his opponent, with beautiful bluster of left and right, making him bend  on his knees three times, unforgettable. GARBELLI, beloved by the audience,  press and TV consecrate him, becoming immortal legend, among the greatest in the world. And without embrace politics. Well his father, my grandfather, had already given … The verdict at the end of ten rounds is a political draw, in order to give the Hungarian opportunity, to continue the professional career. It would not have been possible to return home defeated …  Italy was in full Christian Democratic Party. The Communism, in the People’s Republic of Hungary, lasted until 1989. LASZLO PAPP, a mastiff, will not accept the rematch VS GIANCARLO GARBELLI. After GARBELLI, PAPP won the European title in Vienna, but he was never granted a passport for the USA to fight the world title vs JOEY GIARDELLO. PAPP, pro record, retires with 27 wins, 2 draws. GARBELLI, pro record, retires with 99 fights, 74 wins, 11 draws. Neither one nor the other, suffered KO! Both are honored by WBC -World Boxing Council – with the Belt of World Boxing Champion ad honorem.
The immortality of the Glory, of GIANCARLO GARBELLI and LASZLO PAPP is in the Legend that sculpts History.